fbpx

Cosenza, Cgil: “Gestione rifiuti diventa intollerabile”

images ”La questione dei rifiuti sta diventando veramente intollerabile. Il buon lavoro delle maestranze e la buona organizzazione aziendale vengono messi in discussione da una gestione scellerata della Regione Calabria incapace di metter ordine nel sistema. La citta’ di Cosenza ha intrapreso un percorso virtuoso, soprattutto da quando e’ partita la raccolta differenziata. Ma ciclicamente i cittadini vengono demoralizzati a causa dell’impossibilita’ per le aziende che gestiscono il servizio di sversare i rifiuti prodotti nelle discariche ormai stracolme, e cosi’ uscendo di casa il desolante spettacolo dei sacchetti della spazzatura sparsi per le vie della citta’ si ripropone con grande frequenza. Si puo’ andare avanti in questo modo?”. Lo si legge in una nota della Cgil di Cosenza. ”Pensavamo che la fine della fase commissariale in Calabria – continua la nota – avrebbe portato dei benefici, invece per il momento non vi e’ nessuna prospettiva organizzativa di rimodulazione e/o ripensamento del sistema, eccezion fatta per la brillante idea di pagare affinche’ la spazzatura venga acquistata e trattata in altre regioni o addirittura in altri paesi europei con costi esorbitanti a carico dei contribuenti. L’unica azione rivoluzionaria sembra essere la costruzione di nuove discariche mentre quelle gia’ esistenti crollano sotto la pioggia. Politica vecchia, superata dalla storia, ma, purtroppo, perseguita da una regione che, pur spendendo centinaia di milioni di euro, lascia citta’ civili come Cosenza in queste condizioni. Come si fa a programmare politiche legate al turismo, al benessere sociale, all’ambiente se lasciamo che i nostri territori vadano alla deriva in questo modo?”.