fbpx

Comune di Rossano (Cs), videosorveglianza: nessun flop

imagesIl sistema di videosorveglianza è un’opera strategica, ancora in fase di completamento, che garantirà un’azione di controllo diffusa del centro urbano cittadino. Come si fa a bollare un impianto come “flop”, ancor prima che esso venga messo in funzione? Non appena il Ministero dell’Interno, sovvenzionatore del progetto, provvederà a trasferire i fondi sarà completata l’ultima fase di collegamento delle telecamere e così anche l’attivazione dell’intero apparato. Al momento, inoltre, su un piano d’investimento di circa 350mila euro, non risulta alcun decurtamento sul finanziamento. Dunque, è solo questione di qualche settimana e l’intero sistema andrà a pieno regime.

È quanto fa sapere il dirigente del Settore Lavori Pubblici, Ing. Vincenzo Di Salvo, precisando rispetto ad alcuni articoli di stampa apparsi stamani (venerdì, 28 febbraio) su alcune testate giornalistiche locali.

Non c’è alcun flop – dichiara Di Salvo – l’impianto di videosorveglianza è e rimane una delle opere strategiche, voluta e finanziata con questa Amministrazione comunale. Questi i fatti e i dati ufficiali che risultano agli uffici comunali. Innanzitutto, per convenzione stipulata dal Comune di Rossano per tramite della Prefettura di Cosenza con il Ministero dell’Interno, quest’ultimo eroga direttamente i fondi alle imprese appaltatrici dell’opera. Il nostro progetto ammesso a finanziamento, tra i più completi e meglio redatti tra quelli autorizzati, a proposito, non è di 200mila bensì di 350mila euro. Non ci risulta, tra l’altro, nessuna decurtazione sulla somma posta a finanziamento né alcuna penale. Solo un ritardo, da parte del Ministero dell’Interno, nell’erogazione dei fondi rispetto ai tempi previsti. Anche se, il rigido crono-programma, redatto dal Dicastero in fase di sottoscrizione del piano, ha costretto il Comune a rispettare alcuni tempi per la posa in opera delle telecamere tra le quali anche quelle citate di Piazza Le Fosse e via Mediterraneo. Al momento – conclude Di Salvo – i lavori sono stati completati per un buon 90 percento e saranno ultimati non appena si avrà il nulla osta ministeriale che sancirà, tra l’altro, anche l’attivazione e l’entrata a regime del sistema di videosorveglianza.

Questo progetto – chiosa l’Amministrazione comunale – rimane una priorità di questo Esecutivo, così per come è stato pensato e studiato. Certo, dispiace che alle volte vengano messe in giro notizie distorte e artatamente create per screditare il lavoro degli uffici che, soprattutto in questa vicenda, insieme all’Amministrazione comunale, stanno profondendo il massimo dell’impegno per garantire la sicurezza dei cittadini rossanesi.