fbpx

Barcellona P.G: lettera con proiettile recapitata all’ex Presidente Aias Luigi La Rosa

Lettera di minacceUna lettera con un proiettile di pistola è stata recapitata nei mesi scorsi presso l’abitazione del commercialista ed ex Presidente dell’Aias di Barcellona Pozzo di Gotto, Luigi La Rosa. All’interno della busta rinvenuto anche un foglio di carta formato A4, con dei ritagli di giornali che formano una frase dal chiaro contenuto minaccioso. Il grave atto indimidatorio, venuto alla luce solo da pochi giorni, segue altre minacce, avvenute circa un anno fa, con scritte sui muri e sul portone d’ingresso dell’abitazione dello stesso La Rosa. L’ex Presidente dell’Aias, lo ricordiamo, nel 2010 denunciò  un sistema di estorsioni e vessazioni subite ai suoi danni ed a quelli dell’ex vicepresidente Aias Sebastiano Messina, e di Pietro Arnò, ex direttore amministrativo dell’associazione, da alcuni anni deceduto. Tali dichiarazioni portarono a scoprire un disegno criminale fatto di abusi d’ufficio, minacce ed offese, questo al fine di ostacolare il funzionamento dell’Aias di Barcellona, il perfezionamento ed i rinnovi dell’autorizzazione dell’Asl di Messina per prestazione a soggetti portatori di handicap e tanto altro ancora.  Dalle dichiarazioni del La Rosa partì anche l’operazione “Gotha II”, che portò all’arresto di alcuni esponenti della mafia barcellonese: Giovanni Rao, Carmelo D’Amico, Carmelo Giambò e Mariano Foti. Sull’accaduto indaga la Polizia del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Barcellona Pozzo di Gotto.