fbpx

Regione Calabria, lavori prima Commissione

CalabriaLa prima Commissione “Affari istituzionali e Affari generali” presieduta da Giuseppe Caputo, riunitasi nella tarda mattinata, ha espresso all’unanimità parere favorevole all’integrazione della legge regionale 12 aprile 1990, n. 22 che detta criteri per l’esercizio da parte dei Comuni calabresi delle funzioni amministrative in materia di rivendite di quotidiani e periodici (iniziativa dei consiglieri Guagliardi, Imbalzano, Giordano, Tripodi, Morrone, Crinò, Mirabelli, Magno, De Gaetano, Bruni, Franchino, Naccari Carlizzi, D. Talarico, Ciconte).
Partendo dal calo di vendita del prodotto editoriale e dalla conseguente diminuzione della redditività dell’attività di edicolante, l’obiettivo è autorizzare i titolari di un punto vendita esclusivo allo svolgimento di un’attività di vendita secondaria e marginale (come avviene per i titolari di punti vendita non esclusivi), in sintonia con altre Regioni, e ciò per realizzare un piccolo incremento dei loro guadagni.
Nel prosieguo dei lavori, via libera, a maggioranza, alla proposta di legge del consigliere Parente che prevede “interventi per la diffusione e lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella pubblica amministrazione regionale e locale”.
La Commissione si è aperta con l’audizione delle rappresentanze sindacali CGIL Calabria (Mimma Iannello); UGL Giulia Meliti); UIL Calabria (Angela Condemi) e CISL Calabria (Rosy Perrone) in merito all’introduzione della doppia preferenza di genere (testo unificato frutto di tre proposte in materia).
Gli interventi dei commissari hanno fatto quadrato sulla necessità di concludere al più presto il percorso in modo da potere utilizzare questo strumento già a partire dalle prossime elezioni amministrative. In questa direzione, l’impegno del presidente Caputo di riportare, in un tempo ragionevole, il provvedimento in Commissione e a seguire, in Aula, per l’approvazione definitiva.
Hanno partecipato alla riunione i consiglieri Bruni, Grillo, Guagliardi, Minasi, Nicolò, Parente, D. Talarico, Tripodi e Sulla.