Reggio, nuovo premio per il liceo Vinci che sposa la twitteratura e vince il “miglior tweet della settimana”

TwitteraturaDopo aver guidato la riscrittura nazionale del capitolo VII, il liceo scientifico  “L. Da Vinci” si è aggiudicato il premio come miglior tweet della settimana (16-22 dicembre) sui Promessi Sposi. La scuola è infatti uno dei 20 istituti italiani (l’unico in Calabria) ad aderire al progetto #twsposi, promosso da Fondazione Cesare Pavese e www.twitteratura.it per stimolare i giovani a un uso consapevole del web e delle reti sociali. Attraverso l’hashtag  #twsposi, gli studenti sono chiamati a riscrivere, commentare, parafrasare le vicende di Renzo e Lucia in 140 caratteri, interagendo direttamente con i personaggi: una scommessa ardua, che il liceo ha accolto con entusiasmo. «Siamo particolarmente soddisfatti di aver raccolto la sfida lanciata da Twitteratura» sottolinea la dirigente Giuseppina Princi «perché crediamo nella necessità di affiancare ai metodi didattici tradizionali degli strumenti interattivi che incoraggino il coinvolgimento dei ragazzi facendoli avvicinare alla letteratura in modo giocoso ed efficace». Le seconde classi delle sezioni C, F, N, P, ed R hanno quindi aperto un account twitter gestito dalle insegnanti (le prof.sse Maria Antonietta Falcone, Mariangela Labate, Giovanna Canale, Mafalda Pollidori, Carmela Lucisano) riassumendo i capitoli, rivolgendo domande a Don Abbondio, Don Rodrigo e Agnese nonché allo stesso Manzoni. Discutendo quindi di scelte stilistiche, narrative, morali. E proprio su Twitter, a esperimento iniziato, si è sviluppata  con l’istituto Comprensivo “Giovanni Verga” di Gioiosa Marea (Me) l’idea di un “addio ai monti” che si attualizzasse sul tema della migrazione, dallo Stretto e non solo. Che ha portato i ragazzi della 2 R a vincere il premio per il miglior tweet : “Addio, cara ragazza del #Sud, la tua sofferenza è la nostra, di figli innamorati”. Grazie alla casa editrice UTET, gli studenti riceveranno una copia del “De rerum natura” di Lucrezio. Numerosi sono già gli appositi e-book (Tweetbook) che raccolgono i dibattiti più accesi nonché le riscritture più azzeccate: i migliori verranno valutati dalla comunità di Twitteratura in un contest nel mese di maggio. Sfida nella sfida, il percorso scelto dal liceo, focalizzato sulle metamorfosi dei personaggi nonché, vista la natura dell’esperimento, sul metaromanzo (Twsposi/meta).  Un percorso coordinato da Josephine Condemi, che sottolinea: «dopo #invisibili/sud su “Le città invisibili” di Italo Calvino,  #twsposi è il tentativo di coinvolgere in prima persona gli studenti in una riflessione che da individuale diventa condivisa. Un gioco serio che è un invito a problematizzare ed attualizzare il romanzo con ironia». Un esperimento che vedrà i ragazzi reggini guidare la comunità nazionale anche durante i capitoli 33 e 34: “Questa riscrittura s’ha da fare”.