fbpx

Oppido Mamertina (RC), uccellagione con richiami elettromagnetici: denunciato un cacciatore colto in flagranza di reato all’interno del perimetro del Parco Nazionale d’Aspromonte

Foto uccellagione Oppido M Il personale del Comando Stazione del Corpo Forestale di Oppido Mamertina, nel corso di un controllo mirato alla prevenzione e repressione dei reati ambientali, in modo particolare per combattere fenomeni di bracconaggio  all’interno del perimetro del Parco Nazionale d’Aspromonte , perlustrando una faggeta in località “Bandiera”in agro del comune di San Giorgio Morgeto, dopo aver udito alcuni colpi di arma da fuoco , ha colto in flagranza di reato un uomo, C.M. di anni 45 di San Giorgio Morgeto (RC) in chiaro atteggiamento da caccia . A poca distanza dall’uomo è stato rinvenuto un richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico acceso che imitava il verso dei fringuelli ed una busta di plastica contenente n. 4 esemplari di  selvaggina abbattuta e spennata.

Dopo aver effettuato i verbali di accertamento con il conseguente deferimento del soggetto alla competente Autorità Giudiziaria per violazione delle norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio ( L. n. 157/1992 e s.m.i.), il personale del Corpo Forestale ha provveduto al sequestro del richiamo acustico, del fucile da caccia e del relativo munizionamento e della selvaggina rinvenuta.

Questa è l’ultima delle numerose operazioni andate a buon fine, a difesa della fauna del parco disposte dal Coordinamento Territoriale per l’Ambiente che dimostrano il costante e capillare controllo delle pattuglie CFS sul territorio protetto.