fbpx

Messina, Cacciotto: “decentramento e Città Metropolitana: assordante il silenzio dell’Assessore Mantineo. Che sia opportuno rimodulare le deleghe?”

Alessandro-Cacciotto-Il sottoscritto consigliere, della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto, inoltra la presente al fine di significare quanto segue.

“Sette mesi sono sicuramente un arco di tempo sufficiente per esprimere delle considerazioni sull’attuale Amministrazione Comunale soprattutto su alcuni temi di particolare importanza”.

Cacciotto si sofferma su due argomenti delicati che poi si traducono in  due deleghe assessoriali e specifiche attribuite dal Sindaco Accorinti all’Assessore Mantineo: DECENTRAMENTO e CITTA’METROPOLITANA.

Decentramento

Il consigliere centrista definisce assordante il silenzio dell’Amministrazione Comunale ed in particolare dell’Assessore Nino Mantineo sul tema del decentramento.

“Per un Amministrazione che si pregia di ripartire dal basso, sarebbe stato quantomeno spontaneo occuparsi di decentramento, ma fino adesso un assordante silenzio. L’Assessore Mantineo ad onor di cronaca non ha mai speso fino ad oggi una parola (tradotta in atti) sul Decentramento”.

E’ doveroso quanto onesto ricordare, afferma Cacciotto, che il decentramento non è “una cattiva parola” o un “cavallo di campagna elettorale”da cavalcare, quanto piuttosto la concezione e la volontà di avvicinare l’Amministrazione ed i servizi al cittadino.

Città Metropolitana

Il futuro della nostra città, soprattutto in termini di risorse e finanziamenti, passa dalla città metropolitana.

Cacciotto ricorda l’incontro dibattito, del 01 dicembre 2013, organizzato dall’U.D.C. e aperto alla città,  sul tema della città metropolitana e oggi, anche il Consiglio Comunale sta prendendo posizione sull’argomento.

Anche qui però un dato incontrovertibile: il silenzio di chi detiene una delega ben specifica “Città Metropolitana”. Il consigliere circoscrizionale non vuole assolutamente sferrare nessun attacco frontale al componente della Giunta Accorinti, quanto piuttosto pungolarlo su due argomenti determinanti per il presente e il futuro  della città.

Infine, Cacciotto si augura che sia la Giunta, che il Consiglio Comunale coinvolgano sui due temi le Circoscrizioni attraverso un fattivo e costruttivo dialogo.