fbpx

M.E.D.A. Calabria: “Dipendenti sanitari che durante il lavoro postano foto sui social network”

MEDADi seguito pubblichiamo la nota diffusa dal M.E.D.A. Calabria:

La sanità fa sempre discutere. Si commenta molto spesso sulla discutibile gestione sanitaria, ipotizzando probabili strategie risolutive. Stavolta a far parlare il M.E.D.A. Calabria è il comportamento professionale di alcuni sanitari dipendenti dell’azienda Riuniti che durante il loro turno lavorativo scattano foto in divisa ed all’interno dei loro reparti postandole sui social network. La legge sulla privacy prevede il divieto di scattare foto all’interno di una struttura ospedaliera se non con il consenso scritto della direzione sanitaria. Facciamo quindi  riferimento al Direttore Generale Bellinvia su quello che ormai accade da mesi. Decantiamo tanto l’eccessivo lavoro di alcuni professionisti nell’azienda ,ma il tempo per fare le modelle/i si trova. Forse il lavoro non è distribuito equamente tra i reparti? Improbabile pensare ad una pausa lavorativa, in quanto queste ultime non vengono svolte con gli ausili addosso di sicurezza e specialmente dentro le stanze dei pazienti. Maggiore stupore ci viene  fornito da guanti in lattice trasformati in palloncini da festa e trascritti con tanto di auguri. Risorse che con grande fatica oggi la sanità riesce ad ottenere. Può sembrare un problema di poca rilevanza, ma per chi vuole dare alla sua struttura un immagine seria questa non è di certo la strategia migliore. Tanto si fa per portare avanti il proprio lavoro ed in niente si perde la professionalità. In ultimo consegneremo al Direttore Bellinvia i fatidici passatempi scaricati on line per poter comprendere che tipo di immagine vuole dare all’Azienda che gestisce già reduce di molti dissapori evidenziati, sperando in un controllo attivo che tuteli la professionalità di quei dipendenti concentrati sul lavoro.