fbpx

Giardini Naxos (Me): arrestato 37enne per rapina, danneggiamento, lesioni e minacce

Gualtieri Maurizio

GUALTERI Maurizio

Una serata di ordinaria follia che ha avuto una ulteriore evoluzione nella mattinata del primo gennaio ha condotto all’arresto di GUALTERI Maurizio 37enne, nato a Taormina e residente Giardini Naxos. La vicenda ha impegnato i Carabinieri della Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina e quelli della Stazione di Giardini Naxos che in maniera congiunta hanno operato nella tarda serata del 31 dicembre e poi nella mattinata del primo dell’anno. Una relazione conclusa da pochissimi giorni alla base dei fatti che hanno portato all’arresto dell’uomo, già noto ai Carabinieri.

Quest’ultimo, già nella tarda serata del 31 dicembre, durante i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno, aveva raggiunto la ex compagna a Sant’Alessio Siculo (Me) danneggiando a calci la porta d’ingresso dell’abitazione, minacciando lei e gli altri parenti e amici presenti e chiedendo la restituzione di denaro precedentemente dato in prestito.

Per questi fatti si era reso necessario l’intervento di una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile che alla luce delle risultanze aveva condotto l’uomo nella Caserma di Giardini Naxos e lo aveva deferito in stato di libertà per i danneggiamenti e le minacce e le lesioni ai presenti.

Non pago delle ore trascorse in Caserma e delle conseguenze giuridiche già derivanti dalla denuncia, nella mattinata del primo gennaio il GULTIERI raggiungeva nuovamente la ex compagna e la madre in centro a Sant’Alessio Siculo e offendeva le due donne. Poi, poco più tardi raggiungeva la ex compagna presso l’abitazione e con violenza le sottraeva il cellulare causandole nel contempo una contusione alla mano sinistra.

Per questo nuovo reato vi era un’ulteriore tempestivo intervento dei Carabinieri della Radiomobile e della Stazione di Giardini Naxos che procedevano all’arresto dell’uomo aggiungendo alle ipotesi di reato già contestate il più grave reato di rapina.

L’arrestato veniva condotto presso gli uffici dell’Arma ove veniva trattenuto per la notte in attesa della udienza di convalida che avrà luogo nella mattinata del 2 gennaio.

Ancora una volta una relazione conclusa e la difficoltà di superare il momento difficile.

I Carabinieri, tempestivi ed efficaci, anche e soprattutto durante le festività, hanno garantito ancora una volta il rispetto della legge e tutelato l’incolumità dei cittadini.