Vinicio Capossela e la Banda della Posta salutano il 2014 di Cosenza

imagesSarà Vinicio Capossela insieme alla Banda della Posta ad animare le prime ore del 2014 del capoluogo bruzio grazie all’organizzazione e al sostegno di Comune di Cosenza e Provincia di Cosenza.
L’artista, nato in Germania da genitori di origine irpina, salirà sul palco di piazza XV Marzo, davanti allo scintillante teatro Rendano, esibendosi questa volta in un concerto festoso e appassionato ideale per luoghi circondati da luminarie. Un viaggio a ritroso nel tempo alla (ri)scoperta di riti e paesaggi sonori tradizionali che rischiano l’oblio.
Così, attorno all’una del primo gennaio 2014, nel bellissimo scenario del centro storico, fra palazzi antichi e il castello svevo a vegliare in lontananza, cosentini e visitatori potranno brindare sotto le stelle con un repertorio che comprende i classici ballabili da sposalizio anni ‘50 registrati dalla banda nel disco “Primo ballo”, una selezione di brani di Capossela riarrangiati con ritmi ballabili, alcuni omaggi a cantanti da emigrazione ferroviaria come Salvatore Adamo, Rocco Granata e Adriano Celentano, brani provenienti dalla tradizione rurale locale e di Matteo Salvatore, esotismi western mariachi, per una esibizione che unisce senso della frontiera e musica da ballo, i trilli di mandolini dei fratelli Briuolo e la chitarra surf di Asso Stefana, l’aia e il dancing da veglione. Capossela, vestito a festa, è a volte cerimoniere, istigatore di ballo, cantante in piedi all’asta del microfono, e soprattutto sodale garante e “caporeparto” della Banda della Posta.

Ma Cosenza per la notte di San Silvestro, per antonomasia la notte più scalmanata dell’anno, si prepara ad essere totalmente avvolta da un’atmosfera di festa.
Non solo Capossela dunque.

Si parte prima della mezzanotte e per tutta la notte con gli artisti del Circo bianco, spettacolari performer di strada che invaderanno piazza XI Settembre e l’intero corso Mazzini, intrattenendo giovani, anziani, bambini e famiglie fra le statue del Museo all’aperto Bilotti.

Ancora: al brindisi di mezzanotte, in piazza Kennedy, Ivan Cattaneo e il dj Barry Mason si alterneranno sulle tavole proponendo vinili e musica anni ’70, in linea con il tema del cartellone Buone feste cosentine 2013-2014.

Dall’una in avanti, anche piazza Duomo proporrà sonorità vintage con un dj set d’annata. Arrivando quindi all’imperdibile “concertone” di Vinicio Capossela e il Banco della Posta appunto nella piazza in cima a corso Telesio.

“La città di Cosenza è pronta ad ospitare tutti coloro che dalla provincia, dalla regione e da fuori regione vorranno venire a festeggiare l’alba del nuovo anno qui – dichiara il sindaco Mario Occhiuto – L’Amministrazione comunale, non senza sforzi, insieme all’Ente Provincia ha pensato a un’offerta variegata e per tutti i gusti con un concerto di punta che sono certo metterà insieme i palati più fini con il massimo divertimento popolare. Siamo molto soddisfatti che il Capodanno cosentino interesserà buona parte della città, abbracciando la parte nuova e quella vecchia, incentrando i diversi punti di festa sul leitmotiv degli anni ’70, periodo di voglia di libertà e cambiamenti. Ci auguriamo – conclude – che sia di buon auspicio”.
Dal canto suo, il presidente Mario Oliverio si dice “soddisfatto per un cartellone che attrae fasce di età e di target differenti. Il nostro capoluogo – aggiunge – attraverso la proficua sinergia con il Comune, sarà senza dubbio meta di attrazione per l’intero territorio provinciale”.