fbpx

Università, Picciolo (Drs): “Trovare fondi per sopperire ai tagli statali”

GiuseppePicciolo-300x199Al vertice di maggioranza, in programma oggi, il capogruppo dei Democratici Riformisti per la Sicilia all’Ars, Giuseppe Picciolo, ha intenzione di chiedere che nella finanziaria regionale vengano trovati i fondi, almeno 5 milioni, per sopperire ai tagli statali sulle tre Università siciliane di Palermo, Catania e Messina, che rischiano il default.

Diremo al presidente Crocetta di agire come il governatore della Puglia che ha stanziato fondi regionali per salvare gli atenei. Chiediamo anche che per la Sicilia, così come già succede nelle altre regioni, sia il fondo sanitario nazionale ad intervenire al posto delle Università sulle spese di pertinenza sanitaria di gestione dei policlinici universitari, oggi invece sostenute dagli atenei siciliani per decine di milioni di euro”.

La linea dunque è quella di ottenere un cambio di direzione nella consapevolezza di quanto il sistema universitario sia necessario allo sviluppo dell’isola. Così continua Picciolo, a margine di una riunione del gruppo sul tema del sostegno economico alle università.

E’ giusto che risorse debbano essere destinate per la ricerca e la formazione universitaria in Sicilia. Riteniamo che le Università, oggi, siano tra le poche agenzie di sviluppo per la regione. Il tema del sostegno alle Università siciliane è per noi condizione essenziale per assicurare il nostro voto alla finanziaria e al bilancio regionale”.