Trofeo D’Aguanno, per l’Ussi Calabria una ricca esperienza in cui hanno prevalso i valori umani

imagesUna due giorni romana che ha arricchito l’Ussi Calabria, in particolare il gruppo che ha partecipato al torneo di calcio a 11, dedicato allo sfortunato cronista sportivo Alberto D’Aguanno, giunto alla quinta edizione. Il risultato importava poco, a far da cornice, infatti, sono stati i valori che ancora oggi lo sport, quello sano, riesce ad offrire. Il lungo viaggio in pullman non ha certamente scalfito la passione e la grinta con cui la squadra di calcio, in testa il Presidente dell’Ussi Calabria Franco Pellicanò, ha affrontato semifinale e finale. Nella prima partita i più esperti giocatori dell’Ussi Roma hanno avuto il sopravvento per 2 reti a 0 (la prima forse viziata da fuori gioco, la seconda a pochi minuti dal termine) sulla formazione calabrese guidata da Maurizio Gangemi. La finale per il terzo e quarto posto contro i colleghi dell’Umbria è terminata in parità (1 a 1). In svantaggio di un gol i calabresi non si sono disuniti arrivando al meritato pareggio con Maurizio Marino. La lotteria dei rigori ha poi decretato la vittoria della compagine umbra. Il trofeo è stato vinto dall’Ussi Roma che ha battuto la Puglia 4 a 2. In tutto 8 le squadre partecipanti al treofeo. I quarti di finale si sono disputati il mese scorso e la Calabria aveva battuto la Campania per 2 a 1. Una due giorni piacevole, dicevamo,senza ombra di dubbio, presso il centro sportivo del Coni all’Acquacetosa. Un modo per staccare dal lavoro quotidiano, confrontarsi con i colleghi e fare esperienza per il prossimo torneo. Il Presidente dell’Ussi Calabria, Franco Pellicanò, il vicepresidente Antonio Lopez ed il segretario regionale Massimo Calabrò hanno profuso ogni sforzo possibile per organizzare al meglio la trasferta, con il sostegno concreto del sindacato dei giornalisti calabresi. Al termine delle gare premi e medaglie per tutti in ricordo di Alberto D’Aguanno. Alla serata conclusiva, svoltasi presso un ristorante romano partner dell’iniziativa, hanno preso parte anche il Presidente dell’Ussi nazionale Luigi Ferrajolo e quello di Lega Maurizio Beretta unitamente agli sponsor ed ai giornalisti dell’Ussi di Roma, Umbria, Puglia e Calabria. Anche in questa occasione i valori dell’amicizia hanno prevalso. Giocatori e dirigenti di tutte le squadre assieme per raccontare le proprie esperienze e darsi appuntamento, magari, alla prossima edizione. L’Ussi Calabria, infine, intende ringraziare ufficialmente, coloro i quali hanno reso possibile la partecipazione al torneo, in particolare il sindacato dei giornalisti calabresi, nella persona del suo presidente Carlo Parisi, sempre vicino al gruppo dei giornalisti sportivi della regione.
La squadra dell’Ussi Calabria era così composta: Massimo Calabrò, Vincenzo Comi, Francesco Iriti, Giuseppe Laganà, Federico Lamberti Castronuovo, Francesco Legato (capitano), Natale Licordari, Antonio Lopez, Maurizio Marino, Dario Baccellieri, Giuseppe Meduri, Giovanni Polimeno, Giuseppe Praticò, Francesco Scopelliti, Manuel Soluri, Federico Strati. Trainer Maurizio Gangemi. In testa al gruppo il Presidente dell’Ussi Calabria Franco Pellicanò