fbpx

Sorrento-Messina 1-3: primi effetti della cura Grassadonia

Grassadonia 1Il Messina torna alla vittoria, la seconda in trasferta e la terza in campionato, sul campo dello Stadio “Italia” battendo per 3-1 il Sorrento.

Si scorgono i primi effetti della cura del nuovo tecnico giallorosso Gianluca Grassadonia. Sul piano psicologico l’approccio alla gara del Messina è stato “sorprendete”. Soprattutto nei primi 45 minuti di gioco si è assistito ad una squadra brillante, corta, aggressiva in fase di non possesso e che predilige lo scambio corto e veloce.

In soli sei minuti il Messina, con Silvestri al 12’esimo, e Costa Ferreira al 18’esimo, mette a segno un uno-due micidiale che stende i campani. Superaltiva soprattutto la prestazione di Stefano Maiorano, completamente recuperato dall’infortunio che l’ha tenuto fuori dai giochi per oltre due mesi. Sempre presente, uomo chiave nel contropiede del secondo gol il biondo centrocampista giallorosso si è rivelato certamente l’uomo in più.

La ripresa comincia subito con un Sorrento determinato a recuperare il risultato e l’ingenuità di Silvestri che atterra in area il neo entrato Musetti, con la conseguente realizzazione dal dischetto di Maiorino, sembra dare il là alla riscossa dei padroni di casa ma l’espulsione di Pisani al 62’esimo cambia tutto. Riprende in mano le redini del match il Messina che sigla il terzo gol decisivo con un delizioso pallonetto di Corona (entrato nella ripresa al posto di uno spento Chiaria).

Messina che dunque torna all’appuntamento con la vittoria all'”Italia” di Sorrento e guarda con più positività al proseguo del campionato, accorciando le distanze dall’ottavo posto a soli tre punti.