Serie B, Ternana-Reggina 2-1: non basta un ottimo Fischnaller, amaranto beffati al 90°

fischnallerReggina beffata a Terni dagli umbri che vincono 2-1 l’ultima partita del 2013 con un gol di Rispoli al 90° minuto, un’incornata da corner dell’ex Nicolas Viola: la Reggina aveva meritato sul campo il pareggio dopo il gol-fantasma convalidato a Masi al 28° minuto della ripresa per i padroni di casa (è stato il momentaneo 1-0, ma il pallone non aveva superato la linea di porta) e il pareggio maturato dopo 5 minuto con un autogol di Meccariello. Quando l’1-1 sembrava ormai cosa fatta, la “zuccata” di Rispoli ha regalato ai rossoverdi una vittoria importantissima mentre la Reggina chiude così il girone d’andata con appena 14 punti in classifica, penultima, meglio soltanto della Juve Stabia ancora ferma a quota 9. La classifica è impetuosa: sopra la Reggina c’è il Padova a 18 ma con una gara in meno, poi il Novara a 20, Cittadella e Modena a 21 (ma gli emiliani hanno una gara in meno), Ternana 22 e Bari 23.
Adesso si tornerà in campo sabato 25 gennaio (Bari-Reggina alle ore 15:00) dopo la maxi-sosta invernale e il lungo calciomercato di gennaio (proprio il mese in cui gli amaranto celebrano il centenario di storia della società): a questo punto possiamo dire che alla squadra di Atzori serve un miracolo, una grande impresa, per conquistare una salvezza che – numeri alla mano – sembra impossibile. Servono almeno 4 innesti importanti (un portiere, un centrocampista centrale che sappia prendere in mano la squadra e dettare i tempi del gioco, un esterno destro e una buona prima punta) per dare a questa squadra la possibilità di risalire la china e intraprendere un girone di ritorno che, per portare alla salvezza, dovrà vedere gli amaranto mantenere un ritmo-promozione. Altrimenti sarà Lega Pro, per la prima volta dopo 19 anni.