fbpx

Sanità in Calabria, Pacenza: “distaccare il Registro dei tumori della macroarea Crotone-Cosenza”

sanità“Proporrò il distaccamento del registro dei tumori per quanto riguarda la macroarea Crotone-Cosenza”.

È quanto annuncia il presidente della III Commissione Sanità Salvatore Pacenza in vista della seduta dell’organismo consiliare convocata per questo martedì (3 dicembre) che sarà dedicata all’istituzione ed al funzionamento del registro regionale dei tumori.

“Attese le innumerevoli differenze strutturali ed i trascorsi storici dei due territori – commenta l’onorevole Pacenza –, considerata la delicata situazione ambientale che sta interessando il Crotonese e la sua cittadinanza dopo settant’anni di industrializzazione pesante, ritengo che il distaccamento delle due aree sia la soluzione migliore per monitorare in modo continuativo e sistematico le informazioni più importanti su tutti i casi di neoplasia che insorgono nella popolazione pitagorica. La seduta di martedì – prosegue Pacenza – sarà anche un invito rivolto nuovamente alle associazioni (ambientaliste e correlate) per essere audite e quindi offrire loro l’opportunità di riferire all’interno di una sede istituzionale sui punti di vista e gli eventuali dati di cui esse sono in possesso. Sarà, dunque, un’opportunità da non sottovalutare per tutti e sotto ogni aspetto. L’intento della seduta – spiega Pacenza – sarà quello, fra l’altro, di stimolare ancor più le procedure di funzionamento del Registro regionale per i tumori. È questo uno strumento di prevenzione e controllo delle patologie tumorali sulla popolazione di riferimento che risulta troppo importante perché non rimanga ancora un istante in più sulla carta. Lo screening e la registrazione oncologica della popolazione è una pratica essenziale per combattere il cancro. Al di là dei piani di rientro e dei progetti d contenimento della spesa è dovere della Regione garantire il diritto alla salute del cittadino e l’area del Crotonese in questi anni è stata esposta a rischi davvero notevoli. Auspico dunque che la riunione della III Commissione di martedì si svolga in maniera proficua e offra le opportune indicazioni perché tutto ciò trovi immediatamente attuazione”.