fbpx

Regione Calabria, la riforma dei criteri della destinazione delle royalties nella prossima seduta di Consiglio

CalabriaApprovata all’unanimità in Commissione Bilancio (relatore il consigliere regionale Francesco Sulla del Pd), la legge di modifica dei criteri di destinazione delle royalties andrà in discussione nella seduta del Consiglio regionale del 19 dicembre. La riforma dell’articolo 20 della legge regionale n. 13 del 2005 in sostanza prevede “la destinazione dell’aliquota del prodotto ottenuto dalle concessioni di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi nel territorio di Crotone e nelle aree marine prospicienti alla realizzazione di un accordo di programma tra la Regione Calabria ed i comuni titolari delle risorse (Crotone, Isola Capo Rizzuto, Cirò Marina, Strongoli, Crucoli, Cirò, Cutro e Melissa)”.
La proposta è stata sottoscritta dai consiglieri regionali Francesco Sulla, Emilio De Masi e Salvatore Pacenza.
La norma, in sostanza, lascia immutato il contenuto delle precedenti disposizioni, ma ne modifica la tempistica. “Infatti – ha spiegato il consigliere regionale Sulla – l’Accordo di programma, che prevedeva un cofinanziamento da parte della Regione attraverso i fondi POR 2007/2013, non ha trovato piena attuazione. Perciò, ferma restando l’impostazione originaria, si rende necessario un aggiornamento dei tempi di realizzazione dell’Accordo in maniera tale da renderli compatibili con la nuova programmazione dei fondi europei 2014/2020 che, in corso di elaborazione, dovrà dunque prevedere specifiche risorse da destinare al cofinanziamento di quanto previsto dalla norma in questione”.
Il secondo comma della riforma, invece, assegna alla Giunta regionale, “nel rispetto delle percentuali concordate e dei vincoli di destinazione, il compito di definire le modalità di erogazione delle risorse già maturate dai comuni e presenti nel bilancio regionale fino all’annualità 2013 compresa”.