Reggio, il centrodestra chiede un incontro ai commissari per rivedere la TARES

20131228_174826Nuovo centrodestra e Lista ‘Scopelliti presidente’ chiederanno alla terna commissariale che guida l’amministrazione comunale di Reggio Calabria “di individuare una strada per i tributi locali che non sia cosi’ pesante per i cittadini di Reggio”. E’ quanto e’ emerso da una conferenza stampa del Nuovo Centrodestra reggino e della Lista Scopelliti Presidente. “La Tares – ha detto il presidente della Commissione ‘Bilancio’ del Consiglio regionale, Candeloro Imbalzano – e’ uno dei frutti avvelenati del Governo Monti, lasciato in carico ai Comuni nel bel mezzo di una bufera finanziaria e di una crisi economica senza precedenti. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: proteste in tutta Italia e non solo a Reggio, Anci compresa, a fronte di una situazione a dir poco precaria di moltissime amministrazioni locali”.
20131228_174800“Al prefetto Chiusolo, che guida la terna commissariale a Palazzo San Giorgio – ha proseguito Imbalzano – chiederemo un confronto ad inizio anno con l’obiettivo di concordare soluzioni che non dissanguino molte famiglie e piccole imprese reggine. Chiederemo, inoltre, di conoscere le ragioni che hanno portato all’aumento, dal 2012 al 2013, da 29 a 37 milioni di euro, del costo dei servizi, e il dato che riguarda il cosiddetto insoluto, ovvero l’evasione dei tributi, e cosa si stia preparando per recuperare il dovuto. Ci rendiamo conto che molti nostri concittadini non sono in grado, vista l’entita’ della Tares, di pagare immediatamente perche’ impossibilitati, e chiederemo per questa ragione di trovare una soluzione piu’ compatibile nel tempo che non impoverisca chi e’ oggi piu’ in difficolta’ di ieri”. Per il consigliere regionale Tilde Minasi, “la vicenda Tares impone necessariamente un momento di confronto per modificare i termini della questione. Nell’incontro che chiederemo al prefetto Chiusolo porremo l’attenzione sulla necessita’ di far respirare i cittadini di Reggio, proprio per non lasciare indietro chi non ce la fa, magari trovando soluzioni piu’ diluite nel tempo. Credo, infine, che fomentare polemiche come sta avvenendo in queste ore da parte di M5S sia proprio una strada da evitare ed e’ bene che responsabilmente tutti si contribuisca a rasserenare gli animi”. La necessita’ del dialogo e’ stata sottolineata anche dall’ex consigliere comunale del Pdl Daniele Romeo, e dal senatore del Nuovo centrodestra Antonio Caridi. “Alla terna commissariale – ha detto Caridi – offriamo l’apporto ed il contributo della buona politica, differenziandoci da chi lancia messaggi negativi. Le guerre non servono a nessuno e continueremo a lavorare, fianco a fianco con il Governatore Scopelliti, per aiutare a risolvere i problemi della nostra citta’, cosi’ come abbiamo fatto finora con la vertenza Peo ed il mondo del precariato”.