fbpx

Reggio, i Bronzi tornano in piedi al Museo: la FOTO-CRONACA in diretta con gli scatti del ministro Bray

/

BIl ministro per i Beni e le Attivita’ culturali, Massimo Bray, e’ a Reggio Calabria, nel Museo archeologico nazionale, dove proprio oggi sono in corso le operazioni per rimettere in piedi, dopo il restauro conservativo, i Bronzi di Riace. Assieme al ministro, che sta seguendo direttamente le fasi di sollevamento delle due statue, c’e’ l’equipe di tecnici ed esperti della Soprintendenza ai beni archeologici e dell’Enea. I Bronzi sono rientrati venerdi’ scorso nel Museo di Reggio Calabria dopo quattro anni di assenza.

EUno dei due Bronzi di Riace, il “vecchio”, quello denominato B, e’ stato rimesso in posizione verticale sul piedistallo antisismico posizionato nella sala del Museo Archeologico di Reggio Calabria. L’operazione, realizzata dai tecnici e dagli esperti della Soprintendenza archeologica della Calabria, alla presenza del ministro Bray, e’ stata salutata da un lungo applauso. “Si e’ trattato di un’operazione – ha detto all’ANSA Nuccio Schepis, uno dei restauratori della Soprintendenza archeologica calabrese – delicata e complessa e che e’ riuscita bene. Adesso, dopo avere rimesso la statua in posizione verticale, dobbiamo sistemare tutti i sensori e la strumentazione necessaria“. Ultimato l’intervento sulla statua B, e’ stato spiegato, i tecnici si concentreranno adesso sull’altro guerriero ripetendo l’operazione di sollevamento che dovrebbe essere completata entro domani.

 ”E’ emozionante potere assistere a questa delicata operazione” ha detto Bray. “Da parte nostra – ha aggiunto Brayriserveremo tutte le cure e le attenzioni necessarie affinche’ questa parte dell’operazione, frutto di un lavoro minuzioso concordato con i tecnici della Soprintendenza archeologica della Calabria, raggiunga gli obiettivi che ci siamo dati. I Bronzi sono un patrimonio culturale si’ della Calabria ma anche dell’intera umanita’ e stiamo lavorando perche’ sia possibile prima di Natale l’inaugurazione di questa importantissima struttura“. “Oggi ci sono le condizioni – ha detto ancora il ministro – affinche’ la Calabria possa aspirare a vivere anche un modo diverso cogliendo tutte le opportunita’ che potenzialmente possono venire dal circuito dei beni culturali e da cui e’ possibile per tanti giovani di Reggio e della Calabria trarre buone opportunita’ di lavoro”. Secondo quanto riferito dal Ministro, il personale tecnico della Soprintendenza archeologica della Calabria ha chiesto espressamente che le operazioni di sollevamento delle due statue si svolgano con la presenza esclusiva dello stesso personale, ma è lo stesso ministro Bray a pubblicare su twitter la foto-cronaca del risollevamento dei Bronzi, con una serie di foto (che pubblichiamo a corredo dell’articolo) corredate da commenti ricchi di passione: “Iniziamo… Che emozione“, e’ il primo post di Bray, accompagnato dalla foto dei complessi strumenti che serviranno a risollevare le statue, seguito da “stiamo per rivederli in piedi dopo tanto tempo #bronzidiriace“, illustrato dal piedistallo che ospitera’ uno dei due eroi in bronzo. Poco dopo il ministro pubblica una foto di alcuni tecnici al lavoro, accompagnandola con il commento: “I #bronzidiriace tornano in piedi grazie al lavoro di queste e di molte altre professionalita’ straordinarie“. La complessa fase di riposizionamento delle statue bronzee e’ seguita da Bray con grande trasporto. Il ministro infatti posta una foto, scattata da una terza persona, che lo ritrae mentre fotografa uno dei Bronzi ancora disteso, in procinto di essere liberato dalla rigida struttura che lo ingabbia, e scrive: “Lo stanno per liberare“. L’ultima foto pubblicata da Bray ritrae i tecnici al lavoro, ai quali il ministro rivolge un “grazie per quello che state facendo“.