Reggio, gli “Amici del Museo” rinnovano il proprio compiacimento per la battaglia vinta sui Bronzi

imagesL’Associazione ‘Amici del Museo’, all’indomani della tanto auspicata e sofferta ricollocazione dei Bronzi di Riace nella sala del Museo Nazionale della Magna Grecia, rinnova il proprio compiacimento per questa battaglia di civiltà che la Città, con la determinante condivisione del Ministro Bray e del Presidente Scopelliti, ha vinto. L’auspicio è che non si creino altri intralci ai lavori per l’allestimento delle altre sale, di modo che a giugno 2014 si possa ulteriormente festeggiare la riapertura dell’intero complesso museale.
L’evento solennizzato in tanto alta forma, adesso comporta una decisione: Reggio non può considerare il proprio impegno, riguardo ai Bronzi, esaurito con gli applausi, sia pure convinti e affettuosi, di sabato sera. Reggio deve prendere finalmente consapevolezza che quelle due magnifiche statue che il mare ci ha regalato, possono veramente essere il punto di partenza per un generale rilancio culturale ed economico. Ma deve, però, muoversi di conseguenza, attivandosi con tutte le sue forze, in tutte le direzioni. In questa logica, l’Associazione ‘Amici del Museo’ chiede che le espressioni economiche cittadine: Assindustria, Confcommercio, Confartigianato, Operatori Alberghieri e del B&B, Operatori Turistici, Produttori Agricoli, eccetera, si incontrino, in una sede opportuna, quale potrebbe essere la Camera di Commercio, con le Associazioni Culturali e di Servizio reggine. In tal modo, assieme, si studino e si programmino tutte le possibili iniziative da prendere, sia in città che in provincia, non solo per trarre la massima e più positiva ricaduta possibile dall’interesse momentaneo e dalla curiosità suscitati dalla vicenda Bronzi, ma per mantenerne alto il livello negli anni avvenire. Ripetere gli errori del passato sarebbe delittuoso; dal 1982 ad oggi siamo certamente ulteriormente maturati, e dobbiamo dimostrare a noi stessi di essere capaci di trarre dalle passate esperienze tutti gli input necessari per fare, delle grandi ricchezze storiche, archeologiche, culturali che impreziosiscono la nostra terra, Bronzi compresi, un volano positivo di grande potenza. Per esemplificare: questa associazione ha già promosso la visita a reggio della consorella associazione di Taranto, ma soprattutto ha ottenuto che il congresso nazionale della federazione italiania amici dei musei (FIDAM), con le sue 110 sezioni, si tenga, nel 2014, proprio a reggio, a riconoscimento dell’impegno sempre profuso in difesa della nostra istituzione museale. Il presidente Panuccio ha espresso la convinzione che l’appello, che oggi l’Associazione lancia, sarà rapidamente raccolto. ‘Sarebbe magnifico – egli ha detto – se si potesse iniziare il nuovo anno con la riunione di cui si chiede la convocazione.’