Reggio, emergenza rifiuti “a Sbarre (e non solo!)”: Delfino (Pd) chiede all’AVr che intenzioni ha

rifiuti sbarre c

Di seguito la nota diffusa da Demetrio Delfino, esponente del Partito Democratico di Reggio Calabria:

Nonostante le esose bollette tares ,sulle quali il Partito democratico si è già espresso, il servizio di raccolta rifiuti langue anzi in alcuni quartieri è proprio inesistente.Al di là delle facili polemiche di questo triste momento storico per la città , è necessario segnalare situazioni assolutamente anomale come quella del popoloso quartiere di Sbarre. Qui, lungo tutte le vie si notano cumuli di spazzatura che da giorni ,se non settimane, non vengono raccolti , nè da terra ne da dentro i cassonetti. Chiaramente dopo le feste natalizie la sgradevole “‘esposizione” è andata aumentando di giorno in giorno.Adesso la situazione è veramente insopportabile ed al limite del rischio igienico sanitario. Via delle vittorie, via Itria ,via Sbarre superiori, Viale Europa e via sbarre centrali appaiono come enormi discariche di rifiuti a cielo aperto che ormai invadono le carreggiate ed impediscono il passaggio pedonale . Si arriva poi al paradosso dove , in via sbarre centrali al civico 323, la nuova società ha ritirato i cassonetti vecchi ,facendo pensare ad una sostituzione o lavaggio, e non li ha più rimessi con il risultato che i rifiuti hanno di fatto occupato tutto il marciapiede e parte della strada. Ci chiediamo quale sia il “piano” di raccolta dell’AVr, la tempistica per il ripristino del decoro , e se i cassonetti rimossi torneranno al loro posto? Sperando che la nuova società apra un proficuo dialogo informativo con la città aspettiamo risposte verbali e materiali“.