Reggio, Antonino Castorina (GD): “al via il cantiere del Centro Sinistra per primarie aperte”

Nino_cDi seguito la nota diffusa da Antonino Castorina, Segreteria Nazionale Giovani Democratici:

Vedere in queste vacanze natalizie la nostra città abbandonata,lasciata morire,distrutta da un dissesto morale e politico causato da un gruppo dirigente che ha preferito  puntare all’interesse personale senza guardare al benessere collettivo deve indurre il Partito Democratico in primis e  tutta la galassia democratica del centro sinistra a più di una riflessione rispetto alle way out per uscire da questo stallo.

La sentenza  di secondo grado della Corte d’Appello relativa all’incandidabilità  dell’ex Sindaco Arena e di altri amministratori non deve certamente frenare la costruzione di quel cantiere che sarà la nuova coalizione per la “ricostruzione” e che sarà tale a prescindere dall’evolversi delle vicende giudiziarie che riguardano autorevoli esponenti del centro destra reggino.

Esistono nella nostra città delle zone d’ombra che potranno essere schiarite esclusivamente se si riesce ,con un operazione generazionale a tornare alla guida di palazzo San Giorgio.

 Per fare questo serve costruire  una proposta politica chiara e netta,in piena discontinuità con il passato e soprattutto che allarghi il perimetro della coalizione a tutte quelle energie trasparenti,pulite e libere che ci stanno a far tornare la “nuova primavera” a Reggio Calabria.

Dobbiamo dialogare con quei mondi che ci hanno visti lontani e disinteressati,dobbiamo essere presenti e vicini al mondo del lavoro e pensare ad un piano di rilancio cultura della nostra città.

Voglio vedere al fianco del Partito Democratico di Reggio Calabria i nostri ministri del governo schierati per ridare dignità alla nostra città.

La sfida che ci attende è ambiziosa ma fondamentale per il nostro futuro  : per farlo però dobbiamo chiarire in modo evidente che chi vuole fare parte di questa progetto e vuole cogliere questa sfida deve stare alle regole necessarie per allargare e unire partiti,associazioni di categoria,movimenti politici e forze sociali.

Le primarie aperte con un confronto volto a fare sintesi non solo sui nomi che si vogliono proporre ma su un programma politico che va integrato con un dialogo costante con la città e con una campagna di ascolto che la nostra organizzazione giovanile realizzerà in questi mesi che verranno sarà un elemento fondamentale per allargare e unire tutti per la sfida più importante che sono le elezioni “secondarie”.

Per mantenere questa unità mi sento di condividere e sostenere in pieno il fatto che che tutti quelli che vogliono concorrere alle primarie per sindaco dovranno poi correre nelle liste a sostegno di chi poi le primarie le vincerà.

 La nuova fase politica ci impone di finirla con le trattative di palazzo che hanno causato la scomparsa della sinistra a Reggio Calabria e di mandare un messaggio chiaro su tutti i fronti.

Saremo più forti e più competitivi se saremo più uniti : serve darci un calendario con delle tappe da seguire relativamente alla costruzione della coalizione,alla necessità di avviare la fase delle primarie,all’esigenza di costruire le liste per poi arrivare all’appuntamento elettorale pronti non solo a vincere la singola elezione amministrativa ma ad aprire un nuovo ciclo politico.