Reggio, 3 giovani espulsi dal Pd: “stupore ed incredulità” del Direttivo del Circolo di Gallico-Sambatello

PDcerchio_ø10.epsIl Direttivo del Circolo del Partito Democratico di Gallico-Sambatello ha appreso con stupore ed incredulità del provvedimento di espulsione dai Giovani Democratici dei tre iscritti Pellicano, Rugolino e Santoro i quali, tra l’altro, fanno parte, con impegno, passione e dedizione, dello stesso Direttivo di Circolo come iscritti al PD .

Il PD di Gallico-Sambatello ritiene il provvedimento di espulsione fuori da ogni logica, anche, perché, invece di cacciare, occorre accogliere tutti coloro che dimostrino disponibilità all’impegno in politica.

La decisione dell’esecutivo dei GD della provincia dimostra che nel PD, ancora, albergano metodi e comportamenti che appartengono ad un bieco passato di lotta per escludere gli avversari, o quelli ritenuti tali, che è stato spazzato via dall’avvento del nuovo corso scaturito dalla elezione del nuovo Segretario Matteo Renzi.

Il Direttivo del Circolo auspica che l’esecutivo provinciale dei GD di ritorni sulla decisione e revochi l’atto di espulsione reintegrando nei ruoli ai quali erano stato assegnati i tre giovani. I provvedimenti auspicati, ove non venissero adottati, apparirebbero fuori dal tempo e saranno, formalmente, denunciati, per la loro capziosità e strumentalizzazione, al Segretario Provinciale del PD al quale, fin da adesso, va l’appello per promuovere un intervento per una iniziativa di chiarimento su una decisione che ha il sapore di una ritorsione per le scelte politiche che i tre espulsi hanno adottato durante i recenti congressi provinciale e nazionale nei quali, in difformità delle indicazioni dei GD reggini, hanno scelto di votare per le liste che si rifacevano all’area dell’attuale Segretario nazionale del Partito.