fbpx

In Provincia di Reggio Calabria il tasso di disoccupazione vola al 20,4%, quella giovanile al 54.1%

reggioSecondo i dati diffusi ieri dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria, alla fine del primo semestre di quest’anno, il numero di disoccupati nella Provincia di Reggio Calabria era cresciuto di oltre 8.000 unità rispetto al dato al 31.12.2012 (da 30.000 a 38.000 unità).

In termini percentuali, il tasso di disoccupazione è arrivato al 20.4% (contro una media nazionale del 12.4%), evidenziando un incremento di 4.2 punti rispetto al dato di fine anno scorso.

Si consideri inoltre che i lavoratori in cassa integrazione (aumentati anch’essi del 38% rispetto a 12 mesi prima), non figurano tra i disoccupati.

Reggio CalabriaIl dato più inquietante riguarda però la disoccupazione giovanile, pari al 54.1%, che era “solo” del 44.6% alla fine dello scorso anno.

In termini pratici, un giovane tra i 15 ed 24 anni che è alla ricerca di un lavoro (quindi esclusi gli studenti) non lo trova.

Nello stesso tempo, dal comunicato della CCIAA si evidenzia comunque il dato che le figure più richieste dalle imprese sono quelle che hanno avuto una precedente esperienza (elemento che fa venire in mente il dilemma se è nato prima l’uovo o la gallina).

Ma le imprese richiedono anche e soprattutto figure che siano dotate di una specializzazione (e questo elemento dovrebbe invece fare riflettere).

Al riguardo, ciò che però molti non sanno è il fatto che la specializzazione richiesta dalle imprese non è tanto la frequenza di corsi ed il possesso di attestati, ma l’effettiva conoscenza della materia.