fbpx

Proteste e scioperi in Italia: caos stop bus, scuola in piazza

Strike of public transport in NaplesSciopero nazionale di 4 ore dei trasporti: e’ lunedì nero. Disagi e traffico in tilt a Roma, Milano, Napoli. A Torino astensione di 24 ore per protestare contro la vendita del 49% di Gtt, il Gruppo Trasporti Torinese. Sette i cortei

A Napoli completamente fermi Circumvesuviana, Sepsa e Metrocampania; a terra gli utenti dell’area flegrea e vesuviana. Problemi per i mezzi su gomma dell’Anm.

Alla protesta nei trasporti si e’ aggiunta pure quella delle scuole. A Milano tafferugli con le forze dell’ordine, studenti con striscioni hanno interrotto dalla tribuna del pubblico i lavori del Consiglio regionale della Lombardia, protestando ”contro i soldi alle scuole private e i tagli alla scuola pubblica”.

”Salario, diritti, dignità”. Questo il coro intonato a Roma dai lavoratori ex Lsu che hanno raggiunto piazza Montecitorio dopo aver sfilato per qualche minuto lungo via del Corso. Tra bandiere dell’Usb e slogan contro il governo, i lavoratori, un centinaio in tutto, chiedono un intervento dell’esecutivo per evitare ”migliaia di licenziamenti in tutta Italia”. ”Dopo il fallimento dei tavoli aperti presso il ministero dell’Istruzione e quello del Lavoro – spiega Giovanni Venditti, rappresentante sindacale di Benevento – la questione ora diventa politica per questo chiediamo l’intervento del governo. Tra l’altro, regolarizzando le nostre posizioni potrebbe ottenere un risparmio tra i 60 e i 70 milioni di euro”. I manifestanti, arrivati da ogni parte d’Italia, dalla Sicilia alla Toscana, promettono di restare in piazza ancora a lungo. ”Non escludiamo di accamparci – spiegano – dato che le uniche proteste che hanno risonanza sono quelle clamorose”.

Tinta di rosso fontana piazza Cairoli a Milano: VIDEO e FOTO. Prima di arrivare alla sede del Consiglio regionale lombardo, la Rete Studenti Milano ha colorato di rosso la fontana di piazza Cairoli, da cui intorno alle 10 è partito il corteo, per simboleggiare ‘il dissanguamento della scuola pubblica’, al momento non si conoscono le entità dei danni

Cori contro Forconi e Maroni – La situazione successivamente si è tranquillizzata anche se gli studenti e le forze dell’ordine si sono schierati gli uni di fronte agli altri in piazza Duca D’Aosta. Il gruppo più ‘duro’, formato da 200-300 studenti, ha improvvisamente ripreso il corteo imboccando piazza Duca D’Aosta, seguiti da polizia e carabinieri in tenuta antisommossa, verso i quali precedentemente sono state anche lanciate delle bottiglie di vetro. Diversi gli agenti visibilmente imbrattati con la vernice. Durante questo secondo momento della manifestazione i giovani hanno intonato più volte cori al grido di ‘Né Maroni né Forconi’ e ‘Maroni e Forconi tutti fuori dai c…’.

Sciopero a Napoli, adesione è del 90% – É del 90 per cento l’adesione media allo sciopero dei lavoratori del trasporto pubblico locale in Campania. Questo il dato diffuso dal segretario generale regionale della Filt-Cgil, Mario Salsano. Poco più della metà dei bus dell’Anm risulta regolarmente in servizio questa mattina a Napoli. L’adesione allo sciopero per il rinnovo del contratto proclamato dal sindacato si è attestata, secondo i dati diffusi dall’azienda, al 39,8 per cento. Chiuse le funicolari, tranne quella di Montesanto che sta riprendendo il servizio.

A Torino adesione dell’85% – E’ dell’85%, a Torino, l’adesione allo sciopero indetto dai sindacati per protestare contro la cessione del 49% di Gtt, l’azienda di trasporto pubblico locale. Il dato è stato comunicato dall’azienda. Rispettate le fasce di garanzia, la metropolitana ha ripreso a circolare da pochi minuti. Il servizio si fermerà di nuovo a partire dalle ore 15.

Filt, adesioni alte a sciopero, punte 95% – Secondo i primi dati “sono mediamente molto alte” le adesioni su tutto il territorio nazionale allo sciopero di 4 ore degli addetti al trasporto locale. Lo sostiene la Filt Cgil, precisando che a Milano sono chiuse dalle 8.45 le tre linee della metropolitana; a Roma sono fermi dalle 8.30 i collegamenti con Ostia Lido e Civita Castellana Viterbo; a Torino, dove lo sciopero è di 24 ore, con stop al 95% dei bus; a Venezia fino alle 13 fermi circa il 60% dei vaporetti; a Bologna adesioni del 80% nella circolazione; a Napoli fino alle 13 circumvesuviana, sepsa e metrocampania sono ferme e il 90% dei bus. Fino alle 12.30 fermi oltre al 85% dei mezzi pubblici a Bari ed il 60% dei servizi urbani a Palermo fino alle 13.30. Lo sciopero prosegue a Genova fino alle 15.30, a Torino riprende dalle 15 fino a fine servizio ed a Firenze si svolge dalle 17 alle 21.