fbpx

Palermo, precari in piazza: “tempo scaduto, a rischio 20 mila persone”

precariPrecari degli Enti locali di nuovo in piazza oggi a Palermo. I manifestanti si sono dati appuntamento nel capoluogo siciliano per far sentire la propria voce sotto le finestre dei palazzi del potere. La manifestazione, organizzata da Cisl, Cgil e Uil, si snodera’ tra Palazzo dei Normanni, sede del Parlamento siciliano, e Palazzo d’Orleans, sede della Presidenza della Regione. L’obiettivo e’ ”pungolare” i politici siciliani per la risoluzione della ‘vertenza-precari’, che coinvolge oltre ventimila siciliani. ”Non ci fidiamo ne’ del governo regionale ne’ di quello nazionale – dice il segretario generale della Cisl Funzione pubblica, Gigi Caracausi -. Per questo motivo siamo in piazza. Siamo arrivati al 12 dicembre e, a parte il rimpallo delle responsabilita’, qualche lite, e adesso anche qualche messaggio ‘rassicurante’ proveniente da diversi fronti, non abbiamo assistito a nulla di concreto. Ma adesso, il tempo stringe davvero. Anzi, direi che il tempo e’ scaduto”. “Il governo regionale e quello nazionale – prosegue il leader sindacale – si parlino e trovino una soluzione che sia ‘blindata’. Si rendano conto che questa e’ l’emergenza delle emergenze. Non possiamo correre il rischio – conclude il leader della Cisl Fp – che la norma sui precari possa essere oggetto di impugnativa. Non ci sarebbe piu’ tempo per rimediare”.