fbpx

Operazione Ghota3: inflitti dodici anni all’avv. Rosario Pio Cattafi

Rosario Cattafi
Rosario Cattafi

Rosario Cattafi

Pesanti condanne nell’ambito del processo con rito abbreviato Gotha3. Il Gup del Tribunale di Messina,  Monica Marino, dopo quasi sei ore di camera di consiglio, ha condannato a dodici anni Rosario Pio Cattafi, l’avvocato barcellonese considerato dall’accusa l’anello di congiunzione tra le organizzazioni criminali presenti sul territorio e i clan di Barcellona Pozzo di Gotto e Catania. Per lui l’accusa, rappresentata da Guido Lo Forte, aveva chiesto 16 anni. Sei anni e 8 mesi sono stati invece inflitti a Tindaro Calabrese, ai vertici del gruppo mafioso dei “Mazzarroti”; quattro anni e quattro mesi ad Agostino Campisi, elemento di punta del clan dei “Barcellonesi” a Terme Vigliatore;  sette anni e mezzo a Giuseppe Isgrò, cassiere dell’organizzazione criminale; cinque e otto mesi a Giovanni Rao, boss di Castroreale; quattro anni e otto mesi a Salvatore Carmelo Trifilò. Determinate anche le liquidazioni, pari a 230 mila euro, nei confronti delle parti civili: 5 mila euro al pentito Carmelo Bisignano; 25 mila euro nei confronti dell’avvocato Fabio Repici, da sempre grande accusatore di Rosario Pio Cattafi; centoventimila euro alla SicilSaldo; dieci mila euro per i Comuni di Barcellona Pozzo di Gotto e Mazzarrà Sant’Andrea; cinque mila euro per l’Associazione Vittime di Mafia; dieci mila euro all’Associazione Pio La Torre; dieci mila euro al titolare della Venumer, una delle imprese che denunciò il racket; trenta mila euro a Patrizia Torre e quindici mila euro ad Alesci, entrambi denunciarono fenomeni estorsivi. Hanno difeso gli imputati gli avvocati Alessandro Cattafi, Tommaso Calderone, Giuseppe Carrabba, Giuseppe Lo Presti, Pinuccio Calabrò, Giovanbattista Freni, Tino Celi.