fbpx

‘Ndrangheta, Rosy Bindi: “lo Stato deve aumentare le risorse per combatterla”

rosy-bindi1Lo Stato deve moltiplicare le risorse, lo deve fare tra le procure, tra le forze dell’ordine, con i commissari nei comuni sciolti per mafia“. Lo ha affermato Rosy Bindi incontrando i giornalisti al termine dei due giorni di lavori della commissione parlamentare antimafia a Reggio Calabria. “La fase repressiva -ha proseguito- non sara’ mai sufficiente perche’ il terreno sul quale bisogna investire e’ quello che toglie le radici ai poteri mafiosi ed e’ lo sviluppo economico, l’equivalente sociale, il funzionamento della scuola e della sanita’, il lavoro delle persone. Non si puo’ chiedere di fare la lotta alle mafie se non superiamo le disuguaglianze e se non cambiamo il paradigma economico e sociale di questo paese e di alcune parti. Il prefetto di Reggio Calabria ci ha rappresentato la situazione facendo l’elenco delle aziende chiuse, la disoccupazione e’ aumentata, la disoccupazione giovanile nella locride arriva al 70 per cento. Quello e’ il terreno nel quale i poteri mafiosi crescono e vegetano, mettono radici profondissime e si presentano con il volto dell’io faccio cio’ che lo Stato non fa“.