fbpx

Natale, clamoroso a Reggio: il Comune stoppa anche l’albero del popolo…

1522176_10202058241632573_1961255449_nClamoroso risvolto nella vicenda, ormai infinita, dell’albero di Natale di Reggio Calabria: il mega-abete di oltre 10 metri già tagliato a Villa Vittoria (Mongiana) non arriverà domani, come preventivato, perchè dal Comune non è ancora arrivata alcuna autorizzazione alla richiesta che Francesco Meduri (Presidente della Federazione Italiana Venditori Ambulanti – F.I.V.A. Confcommercio) aveva inviato lunedì sera. Si tratta di una semplice autorizzazione, senza alcun costo per le casse di Palazzo San Giorgio, che gli apparati burocratici devono rilasciare per consentire alle associazioni che stanno realizzando il Mercatino di Natale a piazza De Nava, di poter posizionare l’albero sul marciapiede del Museo.
albero natale reggioRicordiamo che si tratta dell’albero “del popolo”, realizzato con i fondi raccolti in una colletta che sta coinvolgendo molti cittadini presso il bar Zanzitalia dove in modo spontaneo in tanti stanno donando qualche euro per l’acquisto di addobbi e luci natalizie. I promotori della petizione (Enzo Cuzzola in primis) hanno anche precisato che andranno bene anche addobbi riciclati, e ci si stava già organizzando per darsi appuntamento domani a piazza Italia ad addobbare questo albero gigante che, però, non arriverà a causa delle lentezze (o dell’ostruzionismo?) degli apparati burocratici di Palazzo San Giorgio, che già avevano inspiegabilmente fatto saltare il Mercatino Natalizio organizzato per Piazza Italia (vedi in basso articoli correlati). Da Palazzo San Giorgio, infatti, oggi hanno fatto sapere che solo dopodomani, venerdì 20, verrà realizzato il sopralluogo e che poi soltanto lunedì 23 (forse) arriverà l’autorizzazione. Insomma, l’albero di Natale potrà essere “installato” giorno di Vigilia? Un’ulteriore vergognosa offesa dopo lo squallido arbusto posizionato sul Corso Garibaldi e (fortunatamente) rimosso dopo 48h di polemiche…

(telenovela albero di Natale di Reggio Calabria …. continua … seguiranno ulteriori aggiornamenti …)