Messina: Palazzo Zanca al setaccio, indagini sui dirigenti del Comune

palazzo zancaTrema Palazzo Zanca, e non per la scossa di magnitudo 4.0 questa mattina. Una nuova indagine è stata infatti avviata dalla Procura della Repubblica di Messina, e coinvolgerebbe in prima persona alcuni dirigenti del Comune. In particolare la Polizia Giudiziaria acquisirà documenti relativi all’attività dei dirigenti tra il 2007 e il 2011. E sotto il microscopio è finito anche il Nucleo di Valutazione, creato nel 2008, che sui dirigenti stessi doveva vigilare. Sarebbero in tutto dodici le persone indagate.

In particolare le indagini vogliono far luce sul perché nel 2009 il compenso dei componenti esterni del Nucleo sia di colpo raddoppiato: da 2.500 a 5.000 euro. Inoltre al vaglio anche i premi ai dirigenti e il Fondo di retribuzione, tra i quali ne fu beneficiario Antonio Ruggeri. Ex fedelissimo di Buzzanca, Ruggeri risulta attualmente pluri-indagato, ma dal 1° gennaio verrà reintregrato a Palazzo Zanca. Una mossa forse non troppo felice da parte dell’Amministrazione Accorinti.