fbpx

Maltempo, Calabria jonica in ginocchio per il ‘Super-Ciclone’: onde di 12 metri a Crotone [FOTO]

/

policoroSituazione critica per il maltempo in Calabria. La zona in cui vengono registrati i maggiori disagi e’ la provincia di Crotone, in particolare lungo la fascia jonica. Mareggiate vengono segnalate a Crotone, Ciro’ Marina e nella frazione Le Castella di Isola Capo Rizzuto. Molte imbarcazioni lasciate nei porti hanno rotto gli ormeggi. Danneggiati anche alcuni stabilimenti balneari che non erano stati smontati. A Strongoli il sindaco, Michele Laurendano, ha emesso un’ordinanza con cui ha disposto l’evacuazione di dieci abitazioni ubicate in zone in cui e’ stato rilevato il rischio di frane. Sempre a Strongoli e’ crollata una casa da tempo disabitata.
1470332_3648040017550_208459936_nA Crotone alcune strade sono allagate e per questo sono state chiuse al traffico. Sempre a Crotone si registrano mareggiate con onde molte alte. Nella provincia di Crotone disagi in vari centri costieri per il mare in tempesta, ma anche per frane e smottamenti. A Corigliano e Rossano, in provincia di Cosenza, si registrano allagamenti. In tutta la fascia jonica delle province di Catanzaro e Crotone si registrano forti mareggiate, con onde al largo alte fino a 12 metri. A Catanzaro Lido, frazione marina del capoluogo di regione, su disposizione del sindaco, Sergio Abramo, il lungomare e’ stato chiuso al traffico a titolo precauzionale perche’ invaso in piu’ punti dal mare, che ha scavalcato il muro di protezione. La situazione, comunque, riferisce il Comune, appare, al momento, sotto controllo, anche se la vigilanza viene mantenuta alta con il coordinamento del Comitato operativo comunale di Protezione civile istituito nella sede del Comando della polizia municipale. Massima allerta anche da parte dei vigili del fuoco, che hanno attuato decine interventi per sgombrare locali a piano terra e cantine allagate. A Botricello si registrano allagamenti anche di una certa entita’ soprattutto nella zona marina del paese, dove ci sono famiglie rimaste bloccate in casa.

crotone01Domani le scuole rimarranno ancora chiuse a Crotone e Catanzaro.

Man mano che passano le ore aumenta il rischio di eventi eccezionali. Il bollettino meteo diffuso dalla Prefettura di Crotone non promettono niente di buono, “in relazione alle gravi criticita’ che si stanno registrando a causa delle eccezionali precipitazioni che stanno interessando l’intero territorio della provincia, con particolare intensita’ sulla zona costiera con venti di burrasca e forti mareggiate – informa la nota – il Centro coordinamento soccorsi presso la Prefettura di Crotone sta seguendo costantemente l’andamento del fenomeno coordinando le azioni di intervento”.
L’ufficio territoriale del Governo avverte “che il persistere delle precipitazioni sta determinando ingrossamenti di tutti i corsi d’acqua della provincia con rischio di esondazioni”.
1472833_698809233471646_2019441990_nDi conseguenza si “invitano i cittadini a non mettersi in viaggio e a non lasciare le proprie abitazioni, se non per assoluta necessita’”; inoltre ad evitare “assolutamente di avvicinarsi ai corsi d’acqua e di permanere all’aperto”, cosi’ come “sostare nei sottopassi, scantinati ed in zone a rischio frana ed esondazione”. I Vigili del fuoco del comando provinciale confermano che c’e’ una situazione di emergenza in tutta la provincia di Crotone per le piogge incessanti. In questo momento tutte le squadre dei pompieri sono operative ed impegnate a rispondere alle chiamate di soccorso dei cittadini.
Al momento l’Esaro sembra l’unico corso d’acqua a non destare particolare preoccupazione, ma se dovesse continuare a piovere con questi ritmi, la situazione potrebbe degenerare. Chiusa via Gioacchino da Fiore, la strada a doppia corsia che collega la citta’ con i rioni Tufolo e Farina, raggiungibili per il momento da via Giovanni Paolo II e viale Ghandi, zona Lampanaro. A Strongoli e’ crollata una vecchia casa, per fortuna disabitata. Nella stessa zona, per precauzione, sono state eseguite quindici ordinanze di sgombero emesse dal sindaco Michele Laurenzano. Si temono infatti altri crolli. Le situazioni piu’ critiche si registrano, a causa delle forti mareggiate, sui porti, da Ciro’ Marina a Le Castella. A Crotone le onde sovrastano in alcuni momenti il grande molo Foraneo che protegge il bacino della banchina di riva dai venti provenienti dai quadranti orientali.