Il Presidente Brunetta interviene al convegno promosso dai forzisti reggini

imagesStop al provvedimento del Governo sulle Province. Forza Italia dice no all’ennesima legge – truffa che di fatto ha il solo obiettivo di favorire la sinistra. E il 28 maggio sarà election day anche per le Politiche.
Questi in sintesi i contenuti della telefonata del Presidente del Gruppo dei deputati FI Renato Brunetta offerti alla platea gremita dei berluscones riuniti a Reggio Calabria. Inaspettato e graditissimo l’intervento dell’on. Brunetta a conclusione di un intenso incontro promosso da Forza Italia sui temi di Lavoro, Legalità, Libertà che ha visto come promotori e protagonisti del dibattito Nino Foti, componente delle direzione nazionale; Domenico Scilipoti, senatore della Repubblica Italiana; Giuseppe Raffa, Presidente Provincia e Alessandro Nicolò, Vicepresidente del Consiglio Regionale della Calabria. Ad intervenire, inoltre: Antonio Eroi, Presidente del Consiglio Provinciale; Francesco Maria Cananzi, capogruppo provinciale FI; Roy Biasi, già Coordinatore imageProvinciale PDL e Antonio Pizzimenti, già Vice Coordinatore Vicario PDL Grande Città. L’incontro è stato moderato dal giornalista reggino Saro Lombardo.
Un incontro in clima prenatalizio ma non per questo affetto dal cieco buonismo. Un momento di riflessione reale e concreto nel corso del quale sono emerse in tutta la loro drammatica evidenza la persistenza, quasi ormai atavica, di problematiche rimaste a tutt’oggi irrisolte. Mancano pochi giorni alla fine dell’anno – come evidenziato da Nino Foti nel suo intervento – chissà se il Presidente dell’Anas con i primi di gennaio 2014 tornerà in Calabria a chiedere scusa ai calabresi per le bugie che va ripetendo sulla fine dei lavori di ammodernamento sull’A3. Ma non dovevano essere terminati a fine 2013? Che fine hanno fatto tutti i cori di giubilo ed i codazzi di consiglieri e assessori regionali pronti ad applaudire e sostenere simili bugie? E intanto le strade della Calabria sono sempre di più un colabrodo e in questa Regione si procede su una sola corsia … Come si può pensare al Natale ed essere sereni pensando a quanti ogni giorno in questa regione perdono il proprio posto di lavoro, a quanti giovani ormai rassegnati sebbene preparati ed onesti non si cimentano nemmeno più alla ricerca della loro prima occupazione, a quanti ancora oggi purtroppo sono costretti ad emigrare lontano. Forza Italia è dalla parte di queste persone e se la loro difesa significa opporsi al non governo, ebbene statene certi che saremo pronti a rinunciare a qualche poltrona per essere liberi di denunciare in modo forte e chiaro le cose che non vanno, per proporre soluzioni e per condurre queste battaglie politiche. Questo è il nostro augurio per il nuovo anno.
Molti i temi trattati e gli argomenti approfonditi come validi spunti di riflessione da cui riparte Forza Italia che in Calabria intende essere un alleato leale ma giustamente rispettato da parte del Governo Regionale, come chiarito dallo stesso Nicolò nel suo intervento.
Forza Italia è un grande partito, aperto ed inclusivo, pronto alle sfide più ardue. Non di ritorno al passato si deve parlare – come sottolineato dal Presidente Raffa nel suo applauditissimo intervento- semmai di ripartenza con nuovi spunti e nuovi entusiasmi da parte di un partito che ha il protagonismo politico nel suo DNA e che è forte di tante esperienze amministrative che vedono nei suoi eletti a tutti i livelli motivo di qualità per l’azione politica che anche in Calabria Forza Italia porterà avanti. E se le cose non vanno evidentemente non si può pensare di continuare a governare il territorio “andando a Roma con il cappello in mano” ma è da qui, dal basso, dalla Calabria che devono nascere le soluzioni ai nostri problemi frutto di condivisione, sinergia e collaborazione. E Noi di Forza Italia siamo certamente pronti a fare la nostra parte.
Il convegno finisce verso le 20.00 mentre ancora in aula a Montecitorio si discute e si voterà fino a tarda notte il provvedimento sul riordino delle Province. Come anticipato dal capogruppo Brunetta i deputati di Forza Italia lasceranno l’aula e in segno di protesta non parteciperanno al voto. Alla fine il disegno di legge sulle province viene approvato con i voti della sola maggioranza alla Camera.
“Questa nuova legge – come poi dichiarato dallo stesso Brunetta – non abolisce le province, ma crea enti di secondo livello: di fatto ‘trasforma’ le province in ‘enti di area vasta’, li sottrae alla rappresentanza democratica, escludendo ogni tipo di elezione diretta, con l’obiettivo di rendere le nuove province e le nuove città metropolitane assemblee monocolore di sinistra”.
Ed intanto la Provincia di Reggio Calabria, destinata a diventare Città Metropolitana, non verrà sciolta ed i suoi organi rimarranno in carica fino a scadenza naturale nel 2016.