Cosenza, Gentile: “Intollerabile la quantità del consumo di marijuana”

Antonio_Gentile‘Il volume d’affari della marijuana tra Cosenza e Rende, per come riportato oggi da Il Quotidiano della Calabria, e’ intollerabile”. Lo afferma il sen. Antonio Gentile del nuovo centrodestra. ”Cio’ che piu mi spaventa e che non viene messo sufficientemente in risalto - prosegue Gentile – sono i danni che la sostanza comporta specialmente nelle fasce di eta’ adolescenziali come ampiamente riportato nella letteratura scientifica. Vengono slatentizzati esordi psicotici - dice Gentile – si consumano a lungo andare i centri della memoria e si provocano alterazioni della velocita’ cardiaca in grado di produrre vere e proprie aritmie cardiache. Eppure nonostante la scienza abbia dimostrato questi danni c’e’ chi si ostina ancora a parlare di droga leggera con una superficialita’ vergognosa. Non si puo’ giocare sulla pelle dei ragazzini per l’insipienza di chi dovrebbe denunciare apertamente lo scandalo del consumo. Al procuratore della Repubblica Granieri che so essere impegnato in prima linea insieme alle forze dell’ordine contro la droga l’invito - conclude Gentile - ad intensificare ulteriormente l’attivita’ di controllo e di repressione soprattutto davanti alle scuole: recentemente abbiamo assistito all’invasione di alcuni tossicodipendenti in alcuni licei e ci sono quartieri dove sono concentrati 5 istituti che meritano un presidio fisso: nella zona di Piazza Amendola sarebbe auspicabile che vi fossero i poliziotti di quartiere tanto per fare un esempio ”.