Catanzaro, Guardia di Finanza: sequestro di prodotti con marchi contraffatti

imagesProsegue l’attività di controllo del territorio del gruppo della guardia di finanza di lamezia terme, finalizzata alla repressione degli illeciti che intaccano il regolare funzionamento del mercato e dell’economia.

Questa volta, le fiamme gialle hanno individuato un privato che immetteva nel circuito commerciale locale capi di abbigliamento, scarpe ed accessori apparentemente riconducibili alle più note case di moda, ma in realta’ abilmente contraffatti.

Il commercio avveniva presso una rivendita improvvisata, ubicata in un magazzino dello stabile in cui abitava la persona responsabile dell’illecito (un giovane di anni 28).

Nei giorni precedenti all’intervento, ai finanzieri non era infatti sfuggito un sospetto andirivieni di persone presso il luogo in cui era ubicato il predetto “negozio” irregolare; pertanto decidevano di effettuare gli approfondimenti del caso, anche con mirati appostamenti in forma non palese.

Le indagini davano immediati frutti, poiche’ i militari avevano modo sin da subito di notare il “commerciante” che, con fare circospetto, cedeva capi di abbigliamento ed altro a numerosi “clienti”.

I finanzieri procedevano quindi ad un controllo di rito, constatando non solo la completa irregolarita’, sotto ogni profilo, dell’esercizio commerciale improvvisato, ma anche che i capi di abbigliamento ceduti, apparentemente di note marche, erano abilmente contraffatti.

L’immediata perquisizione, estesa anche all’abitazione del predetto “commerciante”, consentiva di rinvenire ben 842 tra capi di abbigliamento, scarpe ed accessori, perfette imitazioni delle piu’ note e rinomate case di moda.

Se immessi sul mercato, i predetti beni avrebbero fruttato all’indagato un ricavo stimato per oltre € 65,000.

Dopo aver proceduto al sequestro, i finanzieri hanno denunciato il responsabile alla locale procura della repubblica, poiché ritenuto responsabile dei reati di contraffazione e ricettazione.