A20 Messina-Palermo: tre progetti per complessivi 84 milioni, 60 solo per il viadotto Ritiro

viadotto ritiroIl Consorzio Autostrade Siciliane ha presentato a Roma tre progetti, per complessiva spesa di 84 milioni di euro, al fine di rendere più sicura l’autostrada A20 Messina-Palermo. I tre progetti riguardano il viadotto “Ritiro” e le gallerie “Tindari” e “Capo D’Orlando”. Per il primo la spesa prevista è di 60 milioni di euro, mentre per le due gallerie è rispettivamente di 13,7 e 10,5 milioni di euro.

Le gallerie sono sotto sequestro dal dicembre 2011, quando partì un’inchiesta per attentato alla sicurezza dei trasporti, che vide coinvolti anche cinque dirigenti del CAS. In quel tratto vige da allora il doppio senso di circolazione, con tutti i disagi del caso. Disagi che i pendolari che percorrono ogni giorno l’autostrada in direzione Messina conoscono bene. Le file a partire dalla galleria e poi sul viadotto “Ritiro” sono spesso estenuanti. Vige in fatti in questo tratto la percorrenza su un’unica corsia, per i problemi strutturali del viadotto stesso.

Di concerto inoltre dovrebbe essere completata la bretella del nuovo svincolo di Giostra, in modo da consentire anche l’uscita dall’autostrada e non solo l’entrata. Ben 54 degli 84 milioni previsti dovrebbero giungere dai fondi CIPE.