“Vittorio Emanuele”, il sovrintendente Magaudda: “la Regione vuole rilanciare il Teatro”

fotoLa Regione ci vuole bene, crede in questo Teatro e vuole che il Teatro sopravviva. Non è assolutamente vero che la Regione vuole chiuderlo. Vuole invece rilanciare il Teatro, accettando l’invito del sindaco Accorinti e inviando il commissario Cultrone“. Sono le parole del sovrintendente del “Vittorio Emanuele”, Paolo Magaudda.

Sono due anni che buttiamo fango su questo Teatro – ha continuato Magaudda -. Il Teatro vive, è una realtà. È chiaro che di fronte ai problemi economici della Regione, che ci ha dato sempre tutto il possibile, dobbiamo cambiare, dobbiamo trovare nuove risorse, risparmiare, ridurre i costi. È finito il periodo delle vacche grasse. Noi purtroppo per tanto tempo non abbiamo interlocutori. Adesso li abbiamo. Ringrazio l’assessore Sgarlata che è venuta oggi. E ringrazio anche il sindaco Accorinti, che ha coinvolto tutta la città“.

Il Teatro è cultura a 360 gradi. Questo significa la mostra che presentiamo oggi. L’altro giorno un mio amico ha detto una cosa bellissima: ‘passando da via Garibaldi ho visto le luci accese del Teatro e ho capito che la città è ancora viva’. La città di Messina merita questo ed altro“.