Unime: il prof. Orsini interviene sulle Riforme Costituzionali

1Si è svolto stamane nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Giuridiche e Storia delle Istituzioni, gremita di studenti e studiosi, l’incontro sul tema Le proposte di riforma della Costituzione della “Commissione dei saggi”, che ha visto ospite dell’Ateneo il prof. Tommaso Edoardo Orsini, componente della commissione governativa di quaranta studiosi impegnati sulle proposte di riforma della Costituzione.

Dopo i saluti del prof. Giovanni Moschella, Direttore del Dipartimento, della prof.ssa Marianna Gensabella, Direttore del Dicam e del prof. Mario Bolognari, Coordinatore del Corso di laurea di Scienze dell’informazione: Comunicazione Pubblica e Tecniche Giornalistiche, i lavori sono stati introdotti dal prof. Pierangelo Grimaudo, docente di istituzioni di Diritto pubblico.

Il prof. Tommaso Edoardo Orsini, ordinario di Diritto Pubblico Comparato dell’Istituto Universitario “Suor Orsola Benincasa” di Napoli,  dopo aver ringraziato l’Università degli Studi di Messina per la possibilità di relazionare su un tema di estrema attualità proprio nella sua terra di origine, si è soffermato sulle motivazioni di difesa della Carta e al contempo sulle necessità di adeguamento di taluni elementi, primo su tutti il tema della bicamerale.

Il prof. Orsini ha sottolineato che “la riforma  della Costituzione è un argomento che suscita intensi dibattiti da anni; si tratta di un testo che va sicuramente difeso ma che va al contempo adeguato alla evoluzione socio-economica dell’Italia e dell’Unione Europea”.

“Non è da toccare- ha concluso il prof. Orsini- la parte che riguarda i diritti, che anzi va coltivata e custodita, ma è da riformare la seconda parte che invece regola l’organizzazione delle Istituzioni”.