Unime, Genovese è il nuovo rappresentante degli studenti al Nucleo di Valutazione

unimeSi è svolta ieri l’elezione dei rappresentanti del Nucleo di Valutazione d’Ateneo. L’esito positivo della votazione ha portato alla vittoria del candidato Giovanni Genovese, ma non ha interamente fatto dimenticare le vicende, e soprattutto le polemiche, legate a questa consultazione. Leggi articolo.

Di seguito il comunicato del neo eletto nel quale esprime la volontà di concorrere al rinnovamento del sistema Università, e ringrazia tutte le associazioni studentesche  che lo hanno sostenuto e che continueranno a farlo nell’ottica di un lavoro di squadra per il conseguimento di obiettivi comuni.

Giovanni Genovese, esponente di primo piano dell’Associazione Universitaria Studentesca “Figli di Ippocrate”, – si legge nel comunicato – è stato scelto quale rappresentante degli studenti in seno al Nucleo di Valutazione dell’Ateneo di Messina.
Studente del dipartimento di – Medicina Clinica e Sperimentale – nel Corso di studi di “Medicina e Chirurgia”, è stato anche Presidente della Commissione Arte e Creatività della Consulta studentesca di Reggio Calabria, rappresentante degli Studenti in seno al Consiglio della Facoltà di “Medicina e Chirurgia” e alla “Consulta degli Studenti”, nonché tra i candidati più votati alle elezioni del CNSU del 2010 con quasi 4.000 preferenze raccolte nei principali Atenei Meridionali.

In questa fase delicata che vede il nostro Ateneo penalizzato dalla classifica nazionale di valutazione della ricerca – afferma Genovese – è importante che gli studenti abbiano gli strumenti adeguati per sostenere lo sviluppo dell’attività accademica in generale. Accanto a significative eccellenze, che ci rendono fieri della nostra Istituzione, è emerso un prevalente quadro di insufficienza e di inadeguatezza. Ritengo pertanto di poter offrire, con il supporto dell’intera comunità studentesca, un utile contributo al processo di rinnovamento volto ad incrementare la produttività che la nuova amministrazione ha iniziato ad intraprendere.
Sottolineo inoltre come questo risultato sia frutto di un lavoro di squadra e di un consenso diffuso che si è coagulato attorno alla mia persona. Mi preme in particolare tributare un personale doveroso riconoscimento alla mia associazione per la fiducia accordatami, nonché alle associazioni “GEA UNIVERSITAS” di Ivan Cutè ,“UNIVERSITA’ ECLETTICA” di Emilio Minniti , “NETTUNO”e AGES per l’importante e decisivo sostegno politico“.

Designato da un collegio composto dai rappresentanti degli studenti in seno al Senato Accademico, al Consiglio di Amministrazione, alunimessina--180x140 Consiglio degli studenti, al Consiglio di amministrazione dell’Ente regionale per il diritto allo studio universitario e al Comitato per lo sport universitario, a maggioranza assoluta.

Il Nucleo ha il compito di verificare, in relazione agli obiettivi di sviluppo dell’Università e con riguardo a parametri di riferimento determinati dal Nucleo stesso, anche su indicazioni degli organi generali di direzione, nonché ad indicatori del contesto territoriale, la produttività della gestione complessiva delle risorse pubbliche impegnate nell’Università e, in particolare, la produttività della didattica e della ricerca, la congruità delle risorse disponibili ed i compiti delle singole strutture, nonché l’imparzialità e il buon andamento dell’azione amministrativa.

In particolare spetta al Nucleo:
1) verificare la qualità e l’efficacia dell’offerta didattica, anche sulla base degli indicatori individuati dalle commissioni paritetiche docenti-studenti;
2) verificare l’attività di ricerca svolta dai Dipartimenti;
3) verificare la congruità del curriculum scientifico o professionale dei titolari dei contratti di insegnamento di cui al comma 1 dell’art. 23 della legge n. 240/2010;
4) assumere, in raccordo con l’attività dell’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, le funzioni relative alle procedure di valutazione delle strutture e del personale, al fine di promuovere nelle università, in piena autonomia e con modalità organizzative proprie, il merito e il miglioramento della performance organizzativa e individuale;
5) redigere, sulla base di criteri autonomamente determinati, la relazione annuale sulla ricerca dell’Ateneo nel suo complesso, dei Dipartimenti, delle singole unità di ricerca, comunque costituite, nonché sul contributo del personale che a tali attività di ricerca comunque collabora, valutando inoltre il rapporto tra i prodotti della ricerca e le risorse, sia finanziarie sia di personale sia infrastrutturali, fornite dall’Ateneo;
6) redigere, sulla base di criteri autonomamente determinati, la relazione annuale sulla didattica, tenuto conto delle informazioni elaborate in sede di autovalutazione e degli indicatori individuati dalle commissioni paritetiche docenti-studenti, verificando in particolare se venga tenuto sotto controllo l’effettivo raggiungimento degli obiettivi formativi da parte di ciascun Corso di Studio;
7) redigere, sulla base di criteri autonomamente determinati, la relazione annuale sui dottorati di ricerca dell’Ateneo.

L’Università assicura al Nucleo l’autonomia operativa, il diritto di accesso ai dati e alle informazioni necessari, nonché la pubblicità e la diffusione degli atti, nel rispetto della normativa a tutela della riservatezza. Il Nucleo acquisisce periodicamente, mantenendone l’anonimato, le opinioni sulle attività didattiche espresse dagli studenti frequentanti e trasmette annualmente una apposita relazione agli organi di governo dell’Ateneo ed agli organismi nazionali competenti e provvede alla pubblicazione dei dati complessivi sul sito di Ateneo.
Il Nucleo di valutazione si avvale di un apposito Ufficio di supporto.