Traffico di droga Sicilia-Perù: in manette un avvocato, ecco come si riforniva la “Palermo bene”

drogaC’era un avvocato palermitano, Memi Salvo, dietro al traffico di stupefacenti tra il Perù e Palermo, smantellato all’alba di oggi dalla Squadra Mobile del capoluogo siciliano. Oltre al legale, che già in passato fu coinvolto e condannato per altre vicende giudiziarie legate a Cosa nostra e ai boss di Brancaccio, Filippo e Giuseppe Graviano, sono finite in manette altre 14 persone. Dopo aver scontato la propria pena, l’avvocato era tornato ad esercitare la professione forense. Con l’operazione denominata “Monopoli”, gli agenti hanno fatto luce sul traffico di cocaina che dal Perù arrivava in Sicilia per rifornire gli ambienti della “Palermo bene”.