Torna sul mercato il San Marzano Borsci

Torna sul mercato l'Elisir San Marzano BorsciIl Gruppo Caffo ha reso noto che e’ stata rilasciata, dall’Ufficio delle Dogane di Taranto, la licenza di produzione dell’Elisir San Marzano Borsci, prodotto di punta dell’azienda Borsci che dal 21 ottobre e’ in gestione all’azienda con sede in Calabria. Un passo importante che segna un nuovo inizio per l’azienda pugliese, in cui ripartira’ immediatamente la produzione dell’Elisir Borsci, che sara’ disponibile sul mercato gia’ prima di Natale. Un annuncio che rappresenta un nuovo avvio per l’azienda Borsci, fondata nel 1840, e che dimostra la volonta’ del Gruppo Caffo di non perdere quel patrimonio storico che la Borsci rappresenta per la Regione Puglia e per l’Italia. In questo contesto va letta anche la nomina del direttore di produzione dello stabilimento di Taranto Egidio Borsci, quarta generazione della famiglia, incarico che vuole garantire la continuita’ della grande tradizione liquoristica pugliese. “Oggi si’ e’ scritto un altro capitolo importante dell’azienda Borsci – afferma Sebastiano Caffo, Ceo del Gruppo Caffo – e finalmente potremo iniziare la produzione ed il rilancio di un prodotto che ha fatto conoscere il nostro Paese ben oltre i confini nazionali. In questa occasione mi sembra doveroso ringraziare, a nome di tutto il Gruppo Caffo, l’Ufficio delle Dogane di Taranto per la celerita’ con cui e’ stata evasa la pratica per l’emissione della nuova licenza di deposito fiscale, in quanto cio’ contribuisce in maniera determinante allo sblocco del fermo produttivo e di conseguenza al rientro in servizio dalla CIGS dei primi dieci dipendenti, ottemperando all’accordo preso con i sindacati”. Intanto la raccolta ordini e’ gia’ partita e dalla prossima settimana cominceranno sia la produzione che la consegna dell’Elisir sul territorio italiano. Entro fine anno l’Elisir arrivera’ anche in Germania, dove sara’ distribuito dalla Caffo Deutshland GmbH, controllata del Gruppo Caffo cui spetta il compito di portare “il piu’ sensuale dei sapori” su tutto il territorio tedesco.