San Filippo del Mela (Me), possibile chiusura dell’Edipower: i sindacati chiedono risposte concrete

edipower san filippo del melaLe segreterie provinciali di Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil lanciano l’allarme sulla possibile chiusura della centrale Edipower di San Filippo del Mela, in provincia di Messina. Chiedono, per questo motivo, un incontro urgente con il Prefetto per capire i possibili risvolti futuri per i lavoratori. I sindacati hanno inviato la lettera anche al ministro delle attività produttive sottolineando come l’autorizzazione integrata ambientale rilasciata per la centrale termoelettrica Edipower/A2A del Comune di San Filippo del Mela abbia sancito l’imminente dismissione di due gruppi da 160 MW.

Il documento, inoltre, sottolinea come l’atto “unito al costante calo della domanda di energia elettrica e al minor impiego di centrali termiche segnerà a breve il contenimento e dopo poco la scomparsa del sito industriale” e come le conseguenze siano “disastrose per un’area già fortemente penalizzata sul piano produttivo e occupazionale sono disastrose, con la perdita di 300 posti di lavoro e lo smantellamento di un intero comparto economico”.

I sindacati inoltre sostengono che l’azienda abbia preferito ”tergiversare snobbando qualsiasi richiesta di chiarimenti e non ha ancora indicato quale dovrà essere il nuovo assetto produttivo, come vorrà impiegare i lavoratori e quali siano i propri progetti sul futuro dell’impianto”.La mancanza di un Piano industriale sembra essere anzi per Edipower/ A2A - concludono Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil – un fondamentale presupposto per arrivare tranquillamente e senza contestazioni, alla chiusura definitiva della centrale”.