Regione Calabria, Tilde Minasi su riunione Macro-regione della legalità a Palermo

calabria 1“L’esperienza di Palermo, che fa il paio con quella svoltasi a Reggio Calabria solo qualche settimana addietro, consolida il percorso avviato, appunto, in riva allo Stretto e dà concretezza alla volontà di intraprendere progettualità mirate alla luce di un fenomeno, quello delle criminalità organizzate, che è lampante come non riguardi solo il Mezzogiorno d’Italia- sebbene qui assuma forme più incisive e pesanti- ma si sia ramificato su tutto il territorio nazionale ed anche oltre i suoi confini”.
E’ quanto dichiara il consigliere regionale Tilde Minasi, segretario della Commissione contro la ‘ndrangheta in merito alla riunione tenuta nel capoluogo siciliano. “Abbiamo rinnovato il concetto di unità d’intenti e di rete proprio per cercare di fornire un contributo fattivo da parte delle Istituzioni all’affermazione del concetto di legalità – rilancia Tilde MInasi-. E’ dai luoghi deputati all’amministrazione di un territorio, infatti, che deve partire un messaggio forte al contrasto di tutte quelle condizioni che offuscano e condizionano le opportunità di crescita e di sviluppo. Con queste finalità , è nata -e prosegue il suo impegno- la Macro-regione della legalità, la quale, attraverso azioni sinergiche, vuole far assumere alla problematica il giusto peso nei confronti degli assetti mondiali, proprio per le dimensioni che la criminalità organizzata ha ormai assunto non solo nelle sue espressioni più manifeste ma anche tramite le cosiddette infiltrazioni. Significativo il confronto, lo scambio di opinioni e di idee – conclude il consigliere Minasi – nonchè l’analisi di documenti specifici, anche di natura legislativa, proposti proprio per essere sottoposti al vaglio del Governo centrale, affinchè anche l’attuazione di iter burocratici ah hoc poco macchinosi e snelli possa rappresentare uno degli strumenti di lotta necessari per contribuire alle finalità che ci siamo proposti”.