Regione Calabria, lavori Commissione “Ambiente”

calabria 1Al centro dei lavori della quarta Commissione “Assetto e utilizzazione del territorio – Protezione dell’ambiente”, presieduta dal consigliere Gianluca Gallo, l’esame del dossier informativo sui quesiti posti al Presidente dell’Anas Pietro Ciucci dai consiglieri regionali in occasione della sua audizione il 20 maggio 2013.
“Nel ricordare come sia la prima volta in 40 anni di regionalismo che l’organo di vertice dell’Anas venga audito da una Commissione consiliare”, il presidente Gallo ha sottolineato che “occorre individuare quale interlocutore principale accanto all’Anas, anche il Governo nazionale”.
Accogliendo la richiesta dei consiglieri Giordano, Imbalzano, Crinò, Scalzo e Magno, Gianluca Gallo ha assicurato: “Mi farò portavoce della vostra richiesta affinché venga fissato un nuovo incontro col presidente Ciucci per parlare di programmazione e discutere delle questioni ancora aperte. E’ tecnicamente auspicabile che si possa giungere preparati all’appuntamento con richieste specifiche e condivise grazie ad un accordo propedeutico tra i diversi gruppi politici presenti in Consiglio. Peraltro, l’ipotesi di un nuovo momento di confronto era stato già concordato il 20 maggio scorso per una verifica in itinere. Analogo invito verrà rivolto a Mauro Moretti, amministratore delegato di Trenitalia”.
Nel corso dei lavori, è stata anche illustrata dal proponente – il consigliere Candeloro Imbalzano – una proposta di legge di modifica alla legge urbanistica regionale che prevede “i contratti di fiume”. “Sulla scorta dei risultati positivi conseguiti in altre realtà del Paese – ha spiegato Imbalzano – gli obiettivi che s’intendono raggiungere sono l’introduzione di una governance improntata alla difesa del territorio dal rischio idro-geologico e l’adozione di strategie integrate di gestione fluviale per uno sviluppo economico sostenibile”.
Nella seduta odierna l’organismo ha proceduto con le audizioni in merito alla deliberazione n. 14 del 29 ottobre 2013 del Consiglio comunale di Bisignano (Cosenza) per l’eventuale realizzazione in quel comprensorio di una piattaforma per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Il presidente della Commissione ha reso noto che il sindaco di Bisignano, convocato per la seduta odierna, ha fatto pervenire una missiva nella quale, oltre a comunicare “la sua impossibilità a partecipare”, ha sottolineato che “la delibera consiliare n. 14 del 29 ottobre 2013 risulta superata da un successivo accordo regionale”.
Sono stati interpellati in merito dal presidente Gallo, i consiglieri comunali d’opposizione Francesco Fucile e Francesco Lo Giudice. “Stigmatizzando modalità e tempistica della procedura” i consiglieri auditi hanno depositato agli atti della Commissione, un atto stragiudiziale “perché l’assessore regionale all’Ambiente e il direttore del Dipartimento annullino la convenzione in quanto affetta da vizi”.
Successivamente è intervenuto Eugenio De Gattis consigliere d’opposizione di Lattarico (Cosenza).
A conclusione delle audizioni e del successivo dibattito, la Commissione – su proposta del consigliere Aurelio Chizzoniti – ha deciso di fissare una nuova audizione dell’assessore all’Ambiente Francesco Pugliano, del direttore generale dello stesso Dipartimento, Bruno Gualtieri e del sindaco di Bisignano, Umile Bisignano.
Sempre sulla materia, il consigliere Franchino ha annunciato che presenterà una interrogazione a risposta scritta.
Hanno preso parte alla seduta i consiglieri Giuseppe Giordano, Aurelio Chizzoniti, Mario Franchino, Antonio Scalzo, Damiano Guagliardi, Mario Magno, Candeloro Imbalzano, Pasquale Tripodi e Franco Crinò.