Regione Calabria, intervento del Vice presidente Nicolò al workshop “Il disturbo borderline di personalità”

Calabria“Sono lieto di ospitare nella prestigiosa sede del Consiglio regionale un’iniziativa di evidente valore scientifico e di alta formazione riservata a psicologi, psichiatrici, psicoterapeuti, infermieri, educatori ed assistenti sociali chiamati ad approfondire diagnosi e cura del “Disturbo Borderline di personalità”.
Con queste parole il Vice presidente del Consiglio regionale della Calabria Alessandro Nicolò ha dato il benvenuto ai relatori ed ai corsisti del convegno di studi al quale hanno preso parte docenti universitari ed esperti.
“Il workshop ha ottenuto il patrocinio del Consiglio regionale sensibile ai progetti di studio e di ricerca nella consapevolezza che solo la formazione e l’aggiornamento permanenti permettano di raggiungere le più alte vette della conoscenza” – ha sottolineato Alessandro Nicolò.
“Questa assise, infatti, affronterà l’aspetto della diagnosi – indagando ulteriormente le possibili cause che originano il disturbo – ed approfondendo i trattamenti oggi sempre più promettenti grazie alle attuali conquiste della ricerca” – ha evidenziato il Vice presidente.
“L’argomento – prosegue Alessandro Nicolò – è di sicuro interesse anche in considerazione della espansione che la problematica va assumendo oggi. I disturbi borderline della personalità costituiscono una condizione psichiatrica, situata ai limiti fra le nevrosi e le psicosi, collocandosi in una ‘linea di confine’ che talvolta produce la stessa difficoltà per i medici ad enucleare elementi identificativi comuni e configurazioni cliniche omogenee. Instabilità, ansia, colpa e auto disprezzo, incapacità di gestire le emozioni possono degenerare determinando, in casi estremi, comportamenti autolesionistici e distruttivi”.
“In particolare, nel corso del workshop si parlerà della (DBT), terapia dialettico comportamentale, un trattamento di derivazione statunitense, ideato a Seattle da Marsha Linehan negli anni Ottanta” – conclude il Vice presidente del Consiglio regionale.