Reggio, situazione Atam: l’assessore Fedele assicura il massimo impegno della Regione

atamL’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele in merito alla situazione dell’Atam, la società che gestisce il trasporto pubblico a Reggio Calabria, ha dichiarato – tramite un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta –  che “l’amministrazione regionale ha messo in campo ogni azione necessaria a garanzia e tutela dell’Atam e dei sui lavoratori. Da parte nostra sono state adottate una serie di misure volte a restituire ossigeno ad un comparto in affanno convinti dell’importanza e della strategicità che il settore riveste sia per le unità occupazionali coinvolte che nell’esclusivo interesse di salvaguardare il diritto alla mobilità dei cittadini calabresi”. “Il sistema dei trasporti – ha specificato Fedele -, anche a livello nazionale, è in forte crisi e persino le aziende più blasonate sono in difficoltà, una situazione che si ripercuote anche in Calabria e per l’Atam. Per quest’ultima, così come per tutte le realtà calabresi, c’è grande impegno da parte dell’assessorato ai trasporti e del Presidente Scopelliti. È stata già certificata, infatti, la liquidazione delle spettanze relative alle prestazioni contrattuali dei mesi di ottobre e metà novembre (fino al 10 novembre) alle aziende di trasporto pubblico locale. Sulla base di tale certificazione le aziende potranno, quindi, accedere alle anticipazioni di liquidità relative, che si prevedono entro la prima decade di dicembre. Inoltre – ha specificato l’esponente della Giunta -, in merito alla proroga dei contratti, tengo a sottolineare che sta per concretizzarsi l’impegno mio e del Presidente per l’approvazione di un’apposita norma dello Stato che consentirà di dare copertura a tale proroga fino al termine dell’anno e di assicurare la spesa corrente dei servizi per il 2014 e il  2015. A riguardo abbiamo ricevuto specifiche rassicurazioni dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sull’attendibilità di tale norma. Quanto alla situazione dell’Atam – ha proseguito Fedele – è mia ferma volontà incontrare nei prossimi giorni le rappresentanze  sindacali per un nuovo confronto sulla situazione dell’azienda nei confronti della quale la Regione, mi preme ricordarlo anche in questo contesto, ha assunto impegni concreti che si sono manifestatati anche attraverso l’adozione di misure importanti che hanno colmato un vuoto di decenni lasciato dalle precedenti amministrazioni come il pagamento dei debiti pregressi. Abbiamo già approvato e inviato al Ministero – ha assicurato l’assessore ai trasporti – il Piano di ristrutturazione del debito e di riprogrammazione dei servizi in base al quale abbiamo previsto per l’azienda di trasporto pubblico locale reggina una quota consistente che, tuttavia, non corrisponde ai venti milioni rivendicati erroneamente che non sono documentabili né esigibili. In un momento così delicato – ha dichiarato infine fedele -, sia in ambito locale che su scala nazionale, invitiamo dunque tutte le parti ad affrontare la situazione con equilibrio e, seppur nelle difficoltà, chiediamo ai lavoratori di continuare nel proprio prezioso lavoro. Ci tengo però a fare una ulteriore precisazione: la proprietà dell’Atam è del Comune di Reggio Calabria e dunque sarebbe opportuno che si assumesse le proprie responsabilità decidendo cosa intende fare di questa società”.