Reggio, Museo dello Strumento Musicale, “Il Teatro dei Semplici”: “Dalle ceneri la rinascita…”

01Nota Stampa del Prof. Luigi Marino, Presidente “Il Teatro dei Semplici”:

La distruzione del Museo dello Strumento Musicale denota una città alla deriva. Lacrime di circostanza, sporadiche iniziative e scatti improvvisi d’orgoglio non bastano a frenare l’individualismo, la voglia di ricchezza e il malaffare. Per ripristinare stili di vita esemplari, presenti nella memoria della comunità reggina, ricca di storia e di civiltà, occorre riappropriarsi del senso dell’uomo e dei suoi valori. Altrimenti sarà impresa difficile uscire dal pantano dell’indifferenza e dell’egoismo. L’arte, la musica e tutti gli altri valori che l’uomo ha ideato e prodotto, distinguendosi in tal modo dagli animali, non potranno mai suscitare interesse in quanti credono che l’essenza dell’essere umano sia soltanto il tubo digerente. La cultura, la storia e le arti in genere devono essere costantemente al centro dell’attenzione della politica e delle istituzioni pubbliche. Solo così una comunità potrà rinascere e progredire. I luoghi, allora, come il Museo dello Strumento Musicale, oggi distrutto dall’ignoranza, diventeranno luoghi sacri per tutti, fonte di luce per l’uomo eternamente in cammino.

Prof. Luigi Marino
(Presidente “Il Teatro dei Semplici”)


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...