Reggio: le precisazioni della Regione sulla stagione teatrale del Teatro “Cilea”

CalabriaIl Dirigente generale della Regione Francesco Zoccali – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – in merito alle notizie di stampa relative al protocollo di intesa per la gestione della stagione teatrale del teatro comunale “Francesco Cilea” da sottoscrivere con il Comune e con la Provincia e di Reggio Calabria, precisa che:
“Nel corso dell’incontro avvenuto a Palazzo San Giorgio – dichiara il dirigente generale Zoccali – così per come verbalizzato, in merito all’impegno della Regione e del Presidente Scopelliti di finanziare anche con un contributo straordinario le attività artistiche del teatro Cilea, ho fatto notare che, l’ammontare dello stesso deve avvenire compatibilmente con le risorse in bilancio e che pertanto, per l’anno 2013, non é possibile concedere il finanziamento così per come quantificato dalla Provincia in 400 mila euro. Ho comunque ribadito l’impegno della Regione a prevedere, sempre compatibilmente con le risorse disponibili in bilancio, un contributo straordinario per le annualità 2014 e 2015 sottolineando che il contributo viene concesso al fine di consentire il rilancio del teatro Cilea che ha una grande rilevanza per la crescita culturale della città e che negli anni passati ha occupato un ruolo di primo piano nello scenario nazionale per la qualità delle manifestazioni ospitate.
Ho evidenziato altresì che il contributo, proprio perché straordinario, deve essere erogato nell’ambito di criteri che fungano da riferimento anche per le altre importanti realtà calabresi. Pertanto non si tratta di dissertare sulla direzione artistica o sul coordinatore del comitato ma ciò che è importante è individuare una conclamata sinergia tra le istituzioni che possa garantire un programma consono a ciò che il teatro Cilea rappresenta. La volontà della Regione è esclusivamente quella di contribuire al rilancio del teatro comunale di Reggio non limitandosi alla erogazione di un contributo straordinario ma anche partecipando alla programmazione artistica, che auspichiamo possa essere di alto profilo. A tal proposito, pur non essendo un esperto del settore, ritengo che per la predisposizione di un cartellone, che prevede una serie di manifestazioni, sia necessario un alacre lavoro che impegna tempo e risorse. Se invece, come mi è parso di capire leggendo alcune dichiarazioni pubblicate dalla stampa, la Provincia ha già pensato e definito una programmazione degli eventi artistici da realizzare al teatro Cilea per la stagione 2013-2014 forse è più semplice sottoporre la proposta agli altri enti. Risulta quindi strumentale chiamare in causa il Presidente Scopelliti – conclude il Dirigente generale Zoccali – la cui volontà e l’impegno per il rilancio del teatro Cilea sono ben noti e chiari a tutti e in più occasioni rimarcate. Forse la stessa chiarezza avrebbero dovuto averla gli altri interlocutori”.