Reggio, l’avv. Comi chiede a Scopelliti 100.000 € di risarcimento per “aver diffamato l’imprenditore Franco Labate”

Giuseppe_ScopellitiE’ salato il conto che verrà presentato dall’Avv. Francesco Comi, difensore dell’imprenditore Franco Labate, dinnanzi al Tribunale di Reggio Calabria alla udienza fissata dinnanzi al Tribunale di Reggio Calabria, il prossimo 20.11 nei confronti del Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti  costituendosi parte civile,  con  risarcimento danni morali e materiali di Euro 100.000.

Come si ricorderà, Giuseppe Scopelliti, a seguito di articolata denuncia-querela inoltrata tramite l’Avv. Francesco Comi dall’imprenditore Franco Labate veniva rinviato a giudizio dalla Procura della Repubblica per il reato di diffamazione aggravata.  Accadeva che il Governatore,  aveva indetto una conferenza stampa affollatissima di autorità e persone  presso l’aula “Levato” del Consiglio regionale, a seguito delle dichiarazioni rese in una aula del Tribunale di Reggio Calabria  dal Col. Dei ROS Giardina, in riferimento ad una informativa dello stesso colonnello sottoscritta ed inserita nel processo “META”, laddove   veniva indicato come persona vicina alla lobby politico-mafiosa che gestiva gli appalti del Comune di Reggio Calabria, nel periodo in cui ebbe ad essere Sindaco e  che, nascevano tra  l’altro, in riferimento ad una conversazione intrattenuta tra l’imprenditore Labate  ed altra persona.

Nel corso della conferenza il Governatore si lasciava andare ad esclamazioni rivolte al Labate quali “chiedete in giro di quale persona parliamo” ovvero in un “balordo”.

Da qui  la pronta reazione del professionista  appartenente ad una nota storica  famiglia di imprenditori  che si è affidato alla difesa dell’avv. Francesco Comi, a tutela  della propria  immagine ed onorabilità, quantificati in Euro 100.000.