Reggio, incendio al Museo dello strumento musicale. Le OO.SS.: “Condanniamo con fermezza questo vile atto”

imagesEsprimiamo la nostra più viva solidarietà a Demetrio Spagna e all’Associazione del Museo dello Strumento Musicale per il vile atto subito”. E’ quanto comunicano i Segretari Generali di Cgil, Cisl e Uil di Reggio Calabria, in merito all’incendio che ha colpito la struttura sita all’interno dell’ex Stazione Lido e che ha distrutto libri e strumenti antichi.

“In attesa dei risultati derivanti dalle indagini da parte degli organi competenti, vogliamo sottolineare che – aggiungono Mimma Pacifici, Domenico Serranò e Pino Zito – si tratta di un fatto di estrema gravità. Così viene, infatti, colpito un luogo-simbolo di cultura e di condivisione. La musica è un messaggio universale e il Museo dello Strumento Musicale non solo ha rappresentato un sito di eccellenza, di valore artistico e culturale; ma anche, uno spazio di confronto tra i giovani, appassionati di musica e non”.

Le OO.SS. esprimono “indignazione per questo gesto vigliacco e privo di senso. Un atto che ha destabilizzato una realtà importante del territorio che ha fatto e fa cultura; che produce senso di appartenenza; che, attraverso le sue iniziative, ha creato momenti di crescita e di arricchimento culturale; che ha condiviso un bene della collettività per la collettività”.

“Cgil, Cisl e Uil, da sempre, combattono contro ogni forma di sopraffazione, sopruso e di violenza; contro ogni atto finalizzato a creare instabilità, contro forme di illegalità e di condizionamento. Proprio per questo – concludono i Segretari – condanniamo, con fermezza, il gesto compiuto contro il Museo musicale reggino. Contro un pezzo di storia e di cultura di Reggio. Contro la città”.