Reggio, domani alla Provincia la premiazione della VI edizione del Concorso nazionale per l’infanzia: “In memoria di Olga: la vita oltre”

1Martedì 26 Novembre alle ore 11.00, nel Salone delle conferenze del Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, si terrà la premiazione della VI edizione del Concorso nazionale per l’infanzia: “In memoria di Olga: la vita oltre”.

Il concorso, indetto dal Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria e la Sezione Calabria della Società Astronomica Italiana, in collaborazione con il Centro Italiano Femminile provinciale di Reggio Calabria, di intesa con la Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica – Ufficio II -del MIUR, fu istituito nel maggio 2008 per ricordare la bambina Olga Panuccio, tragicamente scomparsa assieme ai genitori.

La Società Astronomica Italiana desidera accomunare alla memoria di Olga quella di tutti i piccoli cui è stata negata la possibilità di un sereno avvenire e, nella considerazione che il cielo stellato sia il luogo che idealmente accoglie ogni bimbo scomparso, ha indirizzato il Concorso agli alunni della scuola dell’infanzia e primaria per sollecitarli all’osservazione del Cielo notturno e all’elaborazione di una personale riflessione, che si traduca in una pagina scritta o in una elaborazione grafica.

Il concorso è articolato in tre sezioni: Disegno, riservato alla Scuola dell’Infanzia, con tema “Disegnate il Cielo”, Testo Illustrato e Testo, riservato alla Scuola Primaria, con tema “Raccontate il Cielo”.

Anche per la VI edizione del Concorso la partecipazione nazionale è stata significativa hanno partecipato 95 scuole distribuite sul territorio nazionale. L’entusiasmo e la partecipazione a questo concorso è notevole, tanto che molte scuole inviano lavori superiori ai cinque per scuola previsti dal bando.

Il totale degli elaborati presentati quest’anno è di 600.

I bambini, con le loro storie e con i loro disegni, hanno mirabilmente interpretato il senso del concorso ed ispirandosi al cielo stellato hanno stabilito un forte ideale legame con i tanti bambini a cui è stato negato il diritto di diventare gradi e di costruire il proprio avvenire.

La commissione composta dal presidente della Società Astronomica Italiana; un rappresentante dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria; un componente della famiglia di Olga; un rappresentante del Planetario provinciale; un rappresentante del Centro Italiano Femminile Reggio Calabria, dopo un attento esame dei lavori pervenuti ha, per ciascuna delle sezioni individuate, dichiarato all’unanimità i seguenti vincitori:

Sezione IMMAGINE (Scuola dell’Infanzia) .

1° Premio  – Gruppo alunni anni 5, Scuola dell’Infanzia Carducci, IC “Carducci – Da Feltre” Reggio Calabria

1° Premio – Andrea Bruno, “L’orizzonte si accende di rosso”, Scuola dell’Infanzia,

     DDS “Camillo Finocchiaro     Aprile” Corleone (PA)

2° Premio – Sez. E Scuola dell’Infanzia “Rione Mola”, 1° Circolo didattico di Formia Formia (LT)

3° Premio – Scuola dell’Infanzia Galati – Sant’Anna, I. C. S. “Santa Margherita” Giampilieri M. (ME)

 

Sezione TESTO (Scuola Primaria)

1° Premio- Salvatore Pelagi classe V “Un velo infinito”, Scuola primaria di Grotteria, IC Gioiosa RC

2° Premio – Vittoria Di Fulvio “Osservo il Cielo” Scuola primaria Nolli, IC 1 Chieti

3° Premio – Classe III D “In memoria di Olga” Scuola Primaria Galluppi,

     IC “Galluppi-Collodi-Bevacqua” Reggio Calabria

Sezione TESTO ILLUSTRATO (Scuola Primaria)

1° Premio – Lavori delle classi VA-VBScuola primaria “De Bellis”, I. C. “Capozzi-Galilei”Valenzano (BA)

2° Premio – Isabella Marasco IVB, IC Strongoli Crotone

3° Premio-Progetto classi IV “Un giorno nel cielo accadde…”, IC Revello, Envie Revello (CN)

 

PREMI SPECIALI DELLA GIURIA

Scuola dell’Infanzia MelissariIC “Carducci – Da Feltre”, Reggio Calabria

Scuola dell’Infanzia “Pietra della Zita” IC “Gallico-Boccioni”, Reggio Calabria

Il concorso non intende richiamare all’attenzione pubblica una tragedia che ha segnato la vita di tante persone bensì sollecitare gli adulti ad una maggiore attenzione verso i bambini.

Scrive Anna Frank, il 15 luglio 1944, nel suo diario: “partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità. Intanto debbo conservare intatti i miei ideali; verrà un tempo in cui forse saranno ancora attuabili”.

È con questo spirito che, gli organizzatori del concorso, hanno invitato la dott.ssa Giovanna Campolo, neuropsichiatra infantile, a tenere, prima della premiazione, una conversazione sul tema: “La violenza assistita”.

Alla premiazione presenzieranno il Presidente della Provincia, dott. Giuseppe Raffa, la dott.ssa Caterina Spezzano in rappresentanza della Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica del Miur, il dott. Edoardo Lamberti Castronuovo, Assessore alla cultura, alla legalità e al Planetario della Provincia, il dott. Alessandro Nicolò, Vicepresidente del Consiglio Regionale.

La Scuola sarà rappresentata dalla dott.ssa Mirella Nappa, Dirigente Ufficio scolastico provinciale Reggio Calabria. La dott.ssa Giovanna Ferrara, consigliera della Presidenza Nazionale del Centro Italiano Femminile, porterà i saluti del centro da lei rappresentato, centro che collabora in maniera fattiva all’organizzazione del premio fin dalla sua istituzione.

Particolarmente significativa, poi, la presenza del sindaco della cittadina di Corleone, dott.ssa Leoluchina Savona, che ha ufficialmente annunciato la sua presenza alla premiazione.

L’organizzazione complessiva del premio è a cura dello Staff del Planetario coordinato dal dott. Francesco Macheda, Dirigente del settore X sotto cui ricade la gestione del Planetario e dalla prof.ssa Angela Misiano responsabile scientifico del planetario e responsabile della Sezione Calabria della Società Astronomica Italiana.