Reggio, arresto Lo Giudice. Coordinamento Riferimenti: “adesso vari nodi potranno essere sciolti”

Musella-Adriana-3Di seguito la nota diffusa da Adriana Musella, Presidente Coordinamento nazionale antimafia Riferimenti: Con l’arresto di Antonino Lo Giudice , vari nodi potranno essere sciolti per la ricerca della verità’ che ci auguriamo finalmente venga ristabilita.

Forse il Lo Giudice con la sua scomparsa ha voluto proteggere la propria famiglia oppure ha temuto per la propria vita ,oppure non ha avuto il coraggio delle proprie azioni?Tutte ipotesi che dovranno essere vagliate dagli inquirenti.

Sappiamo che senza collaboratori di giustizia non avremmo potuto conoscere tante verità’ sul l’organizzazione mafiosa ma è’ vero anche che non dobbiamo mai dimenticare che i cosiddetti “pentiti” non sono tali a seguito di drammi interiori ma collaborano con la giustizia per puro tornaconto.

Lo Stato non può’ permettersi di essere beffato  e finalmente lo Stato di diritto oggi a Reggio Calabria si è’ presa la propria rivincita.

il nostro Plauso al Procuratore della Repubblica Cafiero De Raho e a tutta la DDA,alla squadra mobile e al questore di Reggio Calabria e agli uomini dello Sco che sono intervenuti.